Il Nuovo Teatro Sanità sbarca a Casamarciano: al via «Scenari al Plesco»

di Nello Lauro

CASAMARCIANO - Il Nuovo Teatro Sanità di Napoli porta il suo ‘miracolo’ in provincia. Il direttore artistico Mario Gelardi, che dal 2013 ha creato in uno dei quartieri più difficili di Napoli ed in una chiesa del Settecento un vivace laboratorio d’arte, ha siglato con il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi un accordo che porterà nel piccolo Comune del Nolano sei spettacoli d’autore. Location magica della kermesse intitolata “Scenari al Plesco” e che si svolgerà da gennaio a maggio sarà l’antica Chiesa di Santa Maria del Plesco, tempio risalente all’anno Mille ed annesso ad una bellissima abbazia. La stagione teatrale sarà inaugurata il prossimo 6 gennaio e punta a trasformare la Chiesa di Santa Maria, riaperta dopo cinquant’anni di oblio e degrado, in polo culturale dedicato alla recitazione e non solo. Le rappresentazioni inserite nel programma animeranno un week end al mese, con la prima il sabato e la replica la domenica. Il primo doppio spettacolo previsto per il 6 e 7 gennaio è“Lui- Il figlio” di Mario Gelardi. Il secondo appuntamento (20-21 gennaio) vedrà sul palco l’omaggio a Modugno di “Concerto blu” di e con Lalla Esposito ed il Maestro Antonio Ottaviano. Il 24 e 25 febbraio il sipario si alza nuovamente con “Febbre con il commissario Ricciardi” di Maurizio De Giovanni con Mario Cresta. Il 24 e 25 marzo sarà la volta della pièce “Totò, che padre” di Roberto Giordano con Federica Aiello e Roberto Giordano. Quinto doppio il 21 e 22 aprile con “Maria D’Avalos”, scritto e diretto da Michele Danubio con Laura Borrelli e Michele Danubio. Si chiude nell’ultimo fine settimana di maggio (26 e 27) con “Il ritorno del Mammasantissima”, progetto di Luciano Saltarelli con la Compagnia giovane del Nuovo Teatro.
Mercoledì 20 Dicembre 2017, 14:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP