Dialogo ecumenico: tornano a Capodimonte «I lunedì per l’unità dei cristiani»

Kirill e Francesco
di Diego Scarpitti

Nel febbraio del 2016 lo storico abbraccio tra Papa Francesco e Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, all’aeroporto dell’Avana a Cuba consacrò e rafforzò il dialogo ecumenico e l’impegno congiunto della Chiesa cattolica e ortodossa nella tenace lotta contro le persecuzioni dei cristiani nel mondo. «L’unità si costruisce camminando» dichiarò il vescovo di Roma, convinto della «responsabilità pastorale a non restare inerti di fronte alle sfide che richiedono una risposta comune». Continua efficacemente la «discussione fraterna» con il ciclo di incontri «I lunedì di Capodimonte per l’unità dei cristiani - L’ecumenismo, via del dialogo e della pace per tutte le Chiese», promosso dal Consiglio regionale delle Chiese della Campania, con il patrocinio della Sezione San Tommaso d’Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale in collaborazione con il Centro Studi Francescani per il dialogo interreligioso e le culture. Fratelli nella fede cristiana che si incontrano per «parlare a viva voce». Attingendo ispirazione dalla Scrittura e dal passo della prima lettera di San Paolo ai Corinzi, -«Siamo stati battezzati con lo stesso Spirito per formare un solo corpo» -, si affronterà un dibattito a 3 voci (una cattolica, una ortodossa e una protestante) sul tema «Verso una visione comune della Chiesa: l’ecumenismo tra storia e dottrina», nel quale saranno impegnati il biblista monsignor Gaetano Castello, preside della Facoltà Teologica di Napoli e delegato arcivescovile per l’ecumenismo, il pastore Giovanni Traettino, Chiesa Evangelica della Riconciliazione, e padre Mikhail Povaliaiev, in rappresentanza della Chiesa Ortodossa di Napoli del Patriarcato di Mosca. I lunedì di Capodimonte, aperti ai fedeli di tutte le confessioni, sono stati progettati per essere un laboratorio di dialogo e di unità, attraverso dibattiti, approfondimenti, lezioni frontali e seminari di ricerca personalizzati che seguono la prospettiva della testimonianza comune, della formazione all’ecumenismo, della conoscenza storica delle Chiese cristiane, dell’approfondimento teologico delle dottrine, della sensibilità pastorale, dell’etica e della vita cristiana. Gli incontri avranno luogo, sempre presso la Sezione San Tommaso, dalle 16.30 alle 18.30, fino al 16 aprile 2018. In quest’epoca inquietante, il dialogo interreligioso è più che mai indispensabile.

 

 
Martedì 13 Marzo 2018, 12:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP