Dalla saggistica alle collane per ragazzi: 158 libri nella biblioteca del Policlinico

Volumi della biblioteca del Policlinico
ARTICOLI CORRELATI
di Ilenia De Rosa

«La Costituzione e la bellezza» di Michele Ainis e Vittorio Sgarbi, «Il segreto di San Gennaro» di Francesco Paolo de Ceglia, «Misteri e segreti dei quartieri di Napoli» di Marco Perillo, «Prova d’inchiostro e altri sonetti» di Mariano Baino, «Oliver Twist» di Charles Dickens. Sono alcuni dei 158 volumi presenti nella biblioteca allestita al Policlinico Federico II, nei locali antistanti l’aula magna «Gaetano Salvatore». Dunque saggistica, narrativa, poesie, libri per ragazzi. Il tutto per alleviare le giornate dei degenti, adulti e giovani, che potranno trascorrere qualche ora del loro tempo dedicandosi alla lettura. Non solo. Potranno accedere alla struttura anche personale dell'azienda ospedaliera e studenti. 
 

Promuovere la cultura, infatti, e favorire la lettura in una “città nella città” come il policlinico è stato il principale obiettivo dell’intesa siglata tra Scuola di medicina e chirurgia, Azienda ospedaliera universitaria Federico II e fondazione Premio Napoli. Quest'ultima ha reso disponibili, in comodato gratuito i libri, che presto raggiungeranno un numero ancora più elevato. «E' un'iniziativa che va nel senso dell'umanizzazione delle cure - spiega Vincenzo Viggiani, direttore dell' Aou Federico II - Il nuovo spazio fa parte di una rete di biblioteche che abbiamo al policlinico: nel reparto di pediatria ci sono collane dedicate ai bambini». 

Grandi e piccini obbligati a permanere presso la struttura ospedaliera per motivi di salute avranno, così, l'opportunità di impegnare la mente in un'attività che può sicuramente alleviare il dolore. «Charles Montesquieu diceva 'Non ho avuto mai un dolore che un’ora di lettura non abbia dissipato'» aggiunge Patrizia Speranza, che ha curato l'allestimento della biblioteca. 
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 12:54 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2018 13:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP