Le meraviglie di Pompei: rinvenute antiche iscrizioni elettorali

Scavi Pompei
di Ilenia De Rosa

POMPEI - «Vi prego di eleggere Elvio Sabino edile, degno dello Stato, uno buono». E' una delle iscrizioni elettorali rinvenute presso gli scavi di Pompei nel cantiere della Regio V. E non è l'unica sorpresa. Sono emersi vicoli e domus che riconfigurano gli spazi urbani dell'antica città di Pompei. Tra le ultimissime scoperte, ulteriori affreschi nella domus dei delfini e un prezioso candelabro trovato in un ambiente di soggiorno della casa di Giove. «Gli affresci rinvenuti ci ricordano il lusso e la raffinatezza in cui vivevano gli abitanti di Pompei al 79 d.C. - spiega Alberta Martellone, archeologa della Soprintendenza di Pompei - dall'affresco della figura mitologica dell'adone ferito a quelli che rappresentano volatili e piccoli animali». 
 
 

Particolarmente ricco di sorprese è stato lo scavo della parte settentrionale che da un lato costeggia il muro di cinta del giardino della casa delle Nozze d'argento. Dall'altro lato, infatti, sono emersi in buone condizioni i resti di cinque balconi. 
 
Venerdì 8 Giugno 2018, 20:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP