Terra dei fuochi, appello dei sindaci
«Più coordinamento e prevenzione»

ARTICOLI CORRELATI
«Occorre un più efficace intervento di prevenzione e un maggiore coordinamento tra i pattugliamenti dell'Esercito della Polizia locale, senza dimenticare il ruolo che deve svolgere la Polizia metropolitana, ex Polizia provinciale, che è l'unica ad avere i poteri per intervenire su tutto il territorio provinciale». Così il presidente Anci Campania, Domenico Tuccillo, a conclusione della due giorni tematica sulla Terra dei Fuochi organizzata in prefettura a Napoli dall'Incaricato del Ministero dell'Interno per il contrasto ai roghi di rifiuti Michele Campanaro e introdotte dal prefetto di Napoli, Carmela Pagano, e che proseguirà lunedì a Caserta.

«Per debellare il fenomeno dei roghi sul nascere occorre una copertura h24 delle aree sensibili, in particolare le zone di confine tra i Comuni dove spesso hanno origine i roghi. I Comuni si impegneranno ancora maggiormente a tenere aggiornare la mappatura dei cumuli presenti sul territorio, ma resta il tema delle attività di rimozione cui molti Comuni già gravati dai tagli del Governo centrale non riescono a provvedere per mancanza di fondi. Per questo - ha concluso Tuccillo - ho chiesto alla Regione di istituire un fondo ad hoc per provvedere a questi interventi senza dover gravare sui conti del Comune e accelerare l'individuazione dei siti di trasferenza, in modo tale da ridurre, per quanto possibile, i tempi intercorrenti tra la segnalazione e l'intervento di rimozione».
Venerdì 14 Luglio 2017, 17:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP