De Magistris-De Laurentiis, accordo
per il San Paolo: sky box sulla pista

  • 189
Chiarita la questione finanziaria - finita sostanzialmente in pareggio su chi deve pagare spese pregresse sostenute per il San Paolo - Comune e Società sportiva Calcio Napoli hanno ripreso il dialogo sul futuro dello stadio, a iniziare dal suo aspetto, e dunque anche sulla convenzione per la gestione della struttura di Fuorigrotta. Al patron Aurelio De Laurentiis a settembre verrà sottoposta da parte del Comune una bozza per la gestione dell'impianto nel prossimo biennio, quello interessato dai lavori per circa 25 milioni da parte di Palazzo San Giacomo, terminati i quali, tra le parti si dovrebbe arrivare a un accordo pluriennale.


Se il Presidente accettasse questo schema - e stando a quello che trapela le parti ne stanno discutendo - sarebbe proprio il periodo post lavori del Comune a vedere gli interventi da parte della Società: vale a dire riutilizzo e rifunzionalizzazione delle parti interne ed esterne dello stadio. E tra queste opere spunta fuori una idea lanciata dalla Società Sportiva: installare sulla pista di atletica dei box per tifosi vip, strutture smontabili da utilizzare solo quando ci sono le partite. Un modello che è usato in Europa in particolare in alcuni stadi inglesi. Il fatto stesso che se ne parli significa che De Laurentiis sarebbe in qualche modo interessato a restare al San Paolo senza per questo escludere l'intenzione del Patron di costruire in un futuro non molto lontano uno stadio del Calcio Napoli. Cosa sono gli sky box? Molto più di un palco, sostanzialmente si tratta di salottini, tribune speciali anche per una decina di persone che consentirebbero di vivere l'evento partita in maniera del tutto esclusiva e con il massimo del comfort.


Continua a leggere sul Mattino Digital
Venerdì 18 Agosto 2017, 08:52 - Ultimo aggiornamento: 18-08-2017 23:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP