Sposa Lgbt a Napoli: defilé-provocazione tra i Baretti di Chiaia

di Cristina Cennamo

  • 129
Un ragazzo in abito da sposa in piena Chiaia. È la risposta di un imprenditore napoletano, Mariano Marigliano,  alle polemiche suscitate nei giorni scorsi dal matrimonio con rito religioso di Alessia Cinquegrana, la prima donna trans a sposarsi in Comune ad aprile scorso che ha celebrato "il matrimonio da favola" che sognava dall'età di 8 anni con un rito "non cattolico" celebrato dalla Prelatura episcopale autonoma d'Europa nei locali dell'ex macello di Aversa: spazi che somigliano ad una chiesetta ma che in realtà sono la sede della "Casa della cultura" del Comune casertano.
A partire dalle sette di sera infatti, le vetrine di via Alabardieri dell'hair stylist Paco, nel cuore dei Baretti e della movida, ospiteranno il "Kilo Show" ovvero una fashion exhibition senza barriere culturali tra sessi e che punta charamente a dare spazio e visibilità alle minoranze con una sfilata dal sapore chiaramente provocatorio.

Un ragazzo sfilerà infatti in abito da sposa con tanto di acconciature e trucca sa sposa in pieno centro cittadino ed in pieno orario di aperitivo, come segno di un'epoca che punta a rompere ogni barriera culturale e pregiudizio. L'evento, organizzato da Kilo Shop con Paco&Co e Craft Partenopeo, sarà animato dai dj set di Marco Romagnoli e promette naturalmente di destare l'attenzione dei tantissimi che a quell'ora si trovano a passare nei pressi di piazza dei Martiri, vuoi per le ultime ore di shopping vuoi per incontrarsi con gli amici.   
Lunedì 17 Luglio 2017, 12:02 - Ultimo aggiornamento: 17-07-2017 12:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP