​Soldi in cambio del posto di lavoro: tre indagati a Napoli

di Leandro Del Gaudio

  • 200
Quindicimila euro per avere la certezza di un posto fisso, in forza a un’azienda che poteva contare sul rubinetto dei finanziamenti pubblici. Una valigetta di soldi consegnata in vista di una busta paga, con tanto di contributi versati e la certezza - almeno questa era la prospettiva iniziale - di arrivare a una pensione dopo una onesta carriera di impiegato. Scenario opaco sul quale la Procura di Napoli prova a fare chiarezza, nel corso di un’inchiesta condotta dal pm Ciro Capasso. 

È di questi giorni infatti la decisione di spedire tre avvisi di conclusione delle indagini - l’atto che fa da preludio a una probabile richiesta di rinvio a giudizio - a carico di un ex politico cittadino, del suo braccio destro e dell’amministratore di fatto di una società che si avvale di finanziamenti. Ma andiamo con ordine a partire dalle persone coinvolte nell’inchiesta firmata dal pm Capasso. Ipotesi di truffa, sotto accusa finisce Ivan Ghilardi, ex consigliere della terza municipalità Stella San Carlo all’Arena in quota Pd. A puntare l’indice nei suoi confronti, Giovanni Di Maio, indicato dalla Procura come disoccupato di lungo corso e bisognoso di lavorare. Secondo gli inquirenti, Ghilardi avrebbe vantato «supposte amicizie con imprenditori ed aziende compiacenti», oltre a fare leva sul ruolo della madre, la dirigente della regione (ed ex consigliere regionale Pd) Angela Cortese. Doverosa a questo punto una premessa: la dirigente Cortese non è indagata in questa vicenda, né ha svolto alcun ruolo nella trama di rapporti intercorsi tra il figlio e il disoccupato. Contattata ieri dal Mattino, la dirigente è apparsa meravigliata per la vicenda che ha coinvolto il figlio, oltre a dirsi completamente all’oscuro rispetto alle ipotesi di accusa battute dalla Procura.  
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 22 Maggio 2018, 22:59 - Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 07:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP