Scossa di terremoto a Napoli:
sciame sismico nei Campi Flegrei

ARTICOLI CORRELATI
di Mariagiovanna Capone

5
  • 6088
Molta paura ma niente panico. Una lieve sequenza sismica nell'area flegrea ha messo a dura prova i nervi dei cittadini che dalle 14.34 alle 15.09 di oggi hanno avvertito le vibrazioni di sei scosse di bassissima intensità ma piuttosto superficiali e in aree urbane. Soltanto una, quella delle 15.09 ha raggiunto magnitudo 2.4. Un fenomeno che rientra nella normale attività di un'area vulcanica attiva come sono i Campi Flegrei, ma che ha agitato la cittadinanza di Pozzuoli. Niente di differente dalla normale evoluzione di un vulcano attivo, insomma, che ogni tanto libera l'energia accumulata trasformandola in onda sismica.

Il primo evento sismico registrato dai sismografi dell'Osservatorio Vesuviano è alle 14.34 con magnitudo 0.4, seguita quattro minuti dopo da una di magnitudo 0.8, entrambe a una profondità di 1 chilometro, la prima localizzata nella zona dell'Accademia Aeronautica di Pozzuoli, la seconda in piena Solfatara. Alle 14.41 la prima scossa avvertita chiaramente dalla popolazione con epicentro a Pisciarelli e profonda 2 chilometri, seguita un minuto dopo da una vibrazione di magnitudo 0.7 nello stesso punto. Alle 14.58 e 15.09 due scosse sempre a Pisciarelli a una profondità di circa 2 chilometri rispettivamente di magnitudo 1.8 e 2.4, entrambe perfettamente avvertite dalla popolazione.

In un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, spiega che «è in corso uno sciame sismico» e di essere «in contatto con l'Osservatorio Vesuviano», sezione napoletana dell'Ingv. L'Osservatorio, riferisce Figliolia, «ci invita a non creare allarmismi e panico. Tutto rientrerebbe nella dinamica dello stato di allerta giallo della caldera dei Campi Flegrei, nella normale attività del territorio».

L'Osservatorio Vesuviano dell'Ingv «sta monitorando costantemente la situazione», fa sapere un comunicato del direttore Francesca Bianco.
Lunedì 12 Marzo 2018, 15:34 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 08:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-03-12 19:59:34
Vivete dentro una caldera attiva di un supervulcano... che può anche eruttare senza avere uno sciame sismico significativo e soprattutto senza sapere dove avverrà l'eruzione. Vivere in un simile territorio è come giocare alla roulette russa con le forze naturali di questo pianeta... semplicemente da incoscienti.
2018-03-13 00:08:10
Aspettiamo i tuoi bonifici per cambiare casa.
2018-03-13 10:23:31
In alcuni comuni erano state programmate risorse finanziarie per allontanare i residenti quantomeno dalle aree di massima pericolosità. Ma all'origine aver consentito di edificare in modo così massivo in aree dove insistono due vulcani in grado di eruttare flussi piroclastici è stato folle. I piani di evacuazione sono solo "fiction", soprattutto per i Campi Flegrei, destinati a produrre decine di migliaia di morti. Non esiste nessuna possibile evacuazione da un supervulcano.
2018-03-12 19:11:41
Niente panico. Facciamo come in abbruzzo? È da un anno che l'attività sismica e bradisismica sono aumentate, ma si continua a trascurare il problema
2018-03-12 16:52:46
Abbiamo capito bene tutti? Ripetiamolo: Ha detto Figliolia di non creare inutili allarmismi... Mò si! Siccome ce l'ha detto lui, dimentichiamo dove viviamo e facciamo finta di essere in Sardegna...

QUICKMAP