Ritorna lo spietato killer dei cani:
cinque avvelenamenti in Campania

di Nello Fontanella

2
  • 674
Cinque esemplari di meticci di taglia media, di un gruppo di oltre dieci esemplari, sono stati rinvenuti morti ieri nelle campagne di Roccarainola, a ridosso della piscina comunale. Tutti presentano bava alla bocca e occhi sbarrati. Diverse segnalazioni sono arrivate ai carabinieri forestali della stazione di Roccarainola, che hanno avviato le indagini,  e all'Asl comptetente per territorio.
 
 

I quattro di razza meticcia e un maremmano, evidentemente scappato da qualche parte e che si era unito al gruppo molto più  consistente, sono stati trovati tutti nel giro di pochi metri, segno evidente che probabilmente la dose di veleno era talmente forte che non ha dato la possibilità alle povere bestioline di allontanarsi di molto. I cani erano circa una decina, tutti docili e non pericolosi accuditi dalle persone del posto. Resta da capire ora dove sono finiti gli altri e, soprattutto,chi e perché ha dato in pasto cibo avvelenato. Episodi analoghi si erano già verificati qualche anni fa proprio a Roccarainola e San Paolo Bel Sito.
Venerdì 12 Gennaio 2018, 10:27 - Ultimo aggiornamento: 12-01-2018 11:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-01-12 19:13:11
solo un paese incivile come l'Italia permette che vi siano milioni di cani randagi senza nessun controllo e contrasto al fenomeno. Vanno catturati e sterilizzati. Controlli a tappeto anche ai cani con padrone, che se sprovvisti di chip guinzaglio e museruola, vanno sequestrati, sterilizzati ed il padrone multato e denunciato. Basta cani che abbaiano, basta cani che mordono. Vivo da 12 anni in Scandinavia, mai sentito un cane abbaiare o mordere.
2018-01-12 16:54:10
Dio vede e provvede..... Mando un sollecito domenica in chiesa...

QUICKMAP