«Ricordando Giancarlo Siani dopo 32 anni», forum al Mattino

ARTICOLI CORRELATI

La memoria e l'impegno nel nome di Giancarlo Siani, il giovane cronista ucciso dalla camorra diventato un simbolo del movimento per la legalità. Il programma di tre giorni di iniziative dedicate al giornalista inizia nella sede del suo giornale, Il Mattino, e nella sala a lui dedicata, con la proiezione del filmato «Ricordando Giancarlo dopo 32 anni», a cura di Aldo Zappalà e Sergio Scoppetta con gli studenti di Scienze della comunicazione di Unisob. Poi, la tavola rotonda–forum con interviste a cura di Alessandro Barbano, direttore del quotidiano, sui temi «Ancora vittime, ma c’è anche un forte impegno della magistratura e delle forze dell’ordine con la scuola in prima linea per l’educazione alla legalità ed alla cittadinanza responsabile. Gli Studenti anticorpi della legalità». In sala, come ogni anniversario, il fratello di Siani, Paolo.
 
 

A intervenire il questore di Napoli, Antonio De Jesu, il comandante provinciale dei carabinieri, Ubaldo Del Monaco, il saggista e docente universitario Isaia Sales, l'assessore all'istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini, il direttore dell'ufficio scolastico regionale, Luisa Franzese, l'assessore comunale all'istruzione Annamaria Palmieri,  e il docente dell'Università Suor Orsola Benincasa Zappalà. Prevista anche la presentazione delle esperienze di Cesare Moreno, maestro di strada, un patrimonio culturale, e Geppino Fiorenza, presidente comitato scientifico Fondazione Pol.i.s. sul tema «Guardando al futuro: i punti lettura per i bambini e per le loro mamme in dieci quartieri della città di Napoli».
Mercoledì 20 Settembre 2017, 15:32 - Ultimo aggiornamento: 21-09-2017 09:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP