Regione Campania e Anas: sbloccati 1,3 miliardi di euro per la viabilità

conferenza Regione Campania
di Ilenia De Rosa

NAPOLI - «Sblocchiamo risorse imponenti per la viabilità: 1,3 miliardi di euro di finanziamenti ad opera di Regione Campania e Anas, più due miliardi diretti di interventi dell'Anas, che si aggiungono ai 6 miliardi che abbiamo programmato per l'acquisto di materiale rotabile nei giorni scorsi». Lo annuncia il governatore Vincenzo De Luca nell'ambito della conferenza di presentazione di progetti che interessano aree di importanza strategica e turistica, tra cui la costiera amalfitana. Gli interventi finanziati riguardano la statale 268 (507 milioni), il raccordo Salerno-Avellino (235 milioni), la Telesina (460 milioni), la Fortorina, (137 milioni), lo svincolo Eboli (16 milioni), collegamento A3 SA-RC e statale 18 Agropoli (1,6 milioni), variante Maiori/Minori e riqualificazione sede dismessa (9 milioni), variante in galleria alla statale 163 a Positano in località Chiesa Nuova (0,1 milione), variante in galleria alla statale 163 a Praiano in località Vettica Maggiore (0,3 milioni). 
 


«Abbiamo sottoscritto quest’oggi con la Regione Campania tre importanti convenzioni relative alle strade statali 268 “del Vesuvio” e 163 “Amalfitana”, tra le province di Napoli e Salerno - spiega Gianni Vittorio Armani , amministratore delegato Anas - Sono nodi nevralgici e anche delicati da un punto di vista ambientale. L'Amalfitana, ad esempio, è tra le più belle d'Italia e richiede investimenti progettati nel modo migliore possibile per rendere fruibile e salvare la parte di strada anche per l'accesso turistico diretto. Quella del Vesuvio, invece, serve anche da un punto di vista emergenziale». 
Nel dettaglio, la prima delle tre convenzioni odierne, del valore di 10 milioni di euro, attiene all’applicazione di sistemi tecnologici per la messa in sicurezza ed il monitoraggio lungo la statale 268 del Vesuvio, tra le province di Napoli e Salerno. La scelta dell’intervento, infatti, si inserisce, tra le altre cose, nell’ambito del Piano di Evacuazione Vesuvio diretto dal Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il quale opera d’intesa con le Regioni e con gli Enti locali interessati. La sottoscrizione del testo permetterà la progettazione, la realizzazione e l’implementazione di apparati tecnologici per il monitoraggio ed il controllo dei flussi veicolari che interessano la statale e la viabilità ad essa connessa. Nel dettaglio, verranno installate varie telecamere a circuito chiuso (TVCC) in corrispondenza dei principali svincoli ed una serie di Pannelli a Messaggio Variabile, oltre a specifiche componenti tecniche per la predisposizione delle attività di trasformazione della statale in Smart Road. Le immagini in tempo reale, che permetteranno una maggiore tempestività d’intervento in caso di incidenti od emergenze, verranno trasmesse sia presso la Sala Operativa Compartimentale di Anas sia presso la infomobilità di ACaMIR. 
La seconda e la terza Convenzione attengono alla realizzazione di varianti nell’area salernitana, afferenti alla strada statale 163 Amalfitana; la scelta di realizzare queste opere deriva dalla presenza sull’attuale sul tracciato della statale di una serie di accessi privati e di curve – in relazione alla articolata orografia del territorio – eliminando i quali sarà quindi possibile creare itinerari alternativi al passaggio dei bus turistici e contestualmente innalzare gli standard di sicurezza. Nel dettaglio, attraverso la seconda convenzione, sarà possibile redigere il progetto di fattibilità tecnica ed economica, il progetto definitivo, il progetto esecutivo e l’esecuzione dei lavori di una variante in galleria alla statale, tra gli abitati di Minori e Maiori, in località Torre Mezzacapo, sottostante l’omonimo castello, per un importo complessivo di circa 9 milioni di euro. La variante (con corsie di 3,50 metri e banchine lungo ambo le carreggiate di 1,25 metri) avrà la lunghezza complessiva di 500 metri con la realizzazione di un tunnel naturale di circa 330 metri e permetterà di bypassare il tratto di statale Amalfitana, che verrà riconvertito in un’area dedicata esclusivamente ai pedoni. Tale percorso pedonale permetterà di valorizzare il territorio in termini paesaggistici e, conseguentemente, si configurerà quale ulteriore attrazione turistica. Completerà l’intervento l’installazione di strutture di contenimento dotate di reti paramassi, in corrispondenza degli imbocchi della galleria.
Infine, la terza ed ultima convenzione riguarda l’avvio di due diversi studi di fattibilità tecnica ed economica relativi a due varianti in galleria alla statale 163: una – lunga circa 500 metri – nell’ambito del comune di Positano in località Chiesa Nuova (che permetterà di liberare dal traffico – soprattutto pesante – il tratto di statale dal quale si dirama il viale comunale Pasitea, che, allo stato attuale, costituisce la sola strada d’accesso al centro storico cittadino) ed un’altra – lunga circa 1 km – all'interno del comune di Praiano, in località Vettica Maggiore.
Martedì 13 Febbraio 2018, 14:32 - Ultimo aggiornamento: 13-02-2018 14:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP