Napoli, bottiglie frantumate per rapinare adolescenti e anziani: in manette marocchino 18enne

di Pino Cerciello

Con bottiglie frantumate aggrediva adolescenti e persone anziane per rapinarle. La polizia di San Giuseppe Vesuviano ha arrestato un marocchino, Helabati Hassan da dieci giorni maggiorenne, divenuto il terrore dei ragazzini e degli anziani.

Insieme a altri complici, tuttora ricercati, si era reso responsabile di varie aggressioni nel centro della cittadina vesuviana. Le armi usate erano sempre delle bottiglie frantumate messe al collo delle vittime per rapinarle di ogni cosa. La squadra anticrimine del commissariato di San Giuseppe Vesuviano coordinata dal nuovo dirigente, Domenico Avallone, ha ricostruito passo, passo, le aggressioni identificando il giovane nordafricano che nel frattempo si era riparato in Marocco.

Su di lui pendeva un mandato di cattura emesso da Tribunale dei minori di Napoli. Rientrato in Italia è stato arrestato a Striano dopo una rocambolesca cattura e associato alla casa circondariale di Nisida.
Mercoledì 13 Settembre 2017, 12:10 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP