Pulizia delle strade e più soccorsi il Comune di Napoli vara il piano maltempo

di Pierluigi Frattasi

5
  • 113
Napoli in piena emergenza maltempo. Dalle 22 di ieri sera è scattata l'allerta Arancione della Protezione Civile e anche per la giornata di oggi sono previste forti piogge. Ma il Comune di Napoli ha già varato un piano straordinario. Chiusi da ieri per motivi di sicurezza i parchi cittadini, intensificato il rafforzamento della pulizia delle caditoie per scongiurare allagamenti, accesso vietato anche al sottopasso di Fuorigrotta, sottostante lo stadio San Paolo. E sono state attivate squadre speciali di pronto intervento di NapoliServizi, messe a disposizione della società partecipata pronte a intervenire in caso di bisogno. Raddoppiati gli sforzi anche di Asìa, che nelle ultime ore ha avviato prelievi straordinari di rifiuti, con tre passaggi al giorno, per evitare l'accumulo di detriti e sacchetti in strada.

Sono queste le misure straordinarie varate ieri pomeriggio dalla cabina di regia tra l'amministrazione comunale e la Protezione Civile, per far fronte all'allerta meteo che sta investendo la Campania e che da ieri sera ha raggiunto anche il capoluogo partenopeo. «Non appena abbiamo ricevuto il bollettino meteo afferma il vicesindaco e assessore all'Ambiente, Raffaele Del Giudice, che sta coordinando le operazioni abbiamo convocato il vertice in sala operativa, che è attiva h24. Le nostre squadre comunali sono già al lavoro per fronteggiare l'emergenza. Per le operazioni connesse al maltempo utilizzeremo anche gli uomini già in campo da due mesi nel monitoraggio per la prevenzione antincendio. Abbiamo deciso alcune misure straordinarie prudenziali, come la chiusura dei parchi pubblici cittadini, dove il vento potrebbe spezzare alcuni rami. Già da 15 giorni siamo al lavoro con tutte le nostre forze nella pulizia delle caditoie. E abbiamo chiesto alle Municipalità uno sforzo in più per i tombini».
 


Quindi il vicesindaco lancia un appello: «Oltre a rispettare le indicazioni già comunicate dalla Protezione Civile, chiedo ai concittadini di rispettare soprattutto in queste ore di allerta meteo gli orari di conferimento rifiuti, perché il forte maltempo potrebbe rendere difficile le operazioni di raccolta e avere i sacchetti in strada con la pioggia, fuori dai punti stabiliti, può essere rischioso sia per le auto, visto che i sacchetti possono essere trascinati sotto i veicoli e incastrarsi, che per il deflusso delle acque verso le caditoie».

Ieri pomeriggio, operatori del Comune e della Protezione Civile hanno effettuato alcuni sopralluoghi nei luoghi sensibili. Oggi nuovo briefing alle ore 11 in sala operativa, per fare il punto della situazione. La Protezione Civile ha avvisato che «per i centri fortemente urbanizzati, va attenzionata anche la corretta tenuta del sistema fognario e di smaltimento delle acque reflue». Soltanto nel corso della giornata si saprà se l'allarme meteo potrà rientrare o se sarà prorogato.
 
Lunedì 11 Settembre 2017, 08:44 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 08:44

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2017-09-11 12:35:39
Sindaco e Vice Sindaco fanno a gara a strepitare per coprire le loro gravi manchevolezze istituzionali. Il Vice invita i cittadini....Ma siamo noi cittadini che PRETENDIAMO che sia fatta la manutenzione delle strade e degli alberi. Nel mio quartiere la maggioranza delle caditoie sono intasate da decenni! I sacchetti dei rifiuti? Perchè non parliamo invece dei cassonetti sozzi, rotti e sempre aperti, e della campane stracolme e invasive. Sono infatti i cassonetti e le campane, appoggiati sotto i marciapiedi e sopra cumuli di rifiuti vari, che impediscono il corretto deflusso dell'acqua. Possibile che Del Giudice non lo sappia? Il Comune ha forse provveduto in tempo per rendere il deflusso delle acque meno tormentato? C'è forse un piano per la pulizia delle caditoie che è stato attuato? NO! Ma il Sindaco alza la voce, attacca prima di essere attaccato, contro il solito Governo e parla dei massimi sistemi....e si fa scudo dei guai degli altri. Ma sbaglia, perchè le tragedie sono diverse fra loro. A Napoli c'è strafottenza e superficialità.
2017-09-11 12:22:57
Venite a "spilare" le saettelle di Fuorigrotta, in particolare quelle a via Giambattista Marino, storicamente otturate che formano laghetti impercorribili. In alternativa, se proprio non ci riuscite o non volete farlo, allora metteteci dentro papere e pesci rossi.
2017-09-11 09:21:12
chiacchiere e tabbacchere 'e lignamme o banche 'e napule nun l'impegna....ma chi ci crede di più in questa amministrazione.
2017-09-11 09:08:26
Intanto ogni cittadino perbene dovrebbe segnalare la presenza di rifiuti in strada e chiamate numero verde ASIA
2017-09-11 12:43:35
Io non sono un cittadino perbene, ma chiamo lo stesso l'Asia, varie volte al mese, anche alzando il tono della voce. Il risultato? Strafottenza! Rispondono, ti fanno parlare, ti assegnano un numero e poi....tutto muore lì. Una presa per i fondelli!

QUICKMAP