Piano di Sorrento, condotta idrica ko:
è il quarto caso, Costiera in ginocchio

di Ciriaco M. Viggiano

PIANO DI SORRENTO - Code chilometriche di automobili e tempi di percorrenza lunghissimi tra Meta e Sorrento: la Costiera è in tilt a causa di un guasto a una condotta dell'acqua in via Madonna di Roselle, nel territorio di Piano di Sorrento, snodo fondamentale per la mobilità locale. Gli operai della Gori, società consortile che gestisce le risorse idriche in pensisola sorrentina e in buona parte del Napoletano, sono al lavoro dal primo pomeriggio per rimediare all'ennesima rottura: si tratta del quarto caso in altrettanti giorni, incluso quello che ha lunedì scorso provocato crepe nella sede stradale di viale dei Pini, a Sant'Agnello, imponendone la chiusura al traffico.

Il guasto in via Madonna di Roselle ha avuto e sta continuando ad avere ripercussioni drammatiche sul traffico. Piano di Sorrento e la vicina Sant'Agnello sono praticamente paralizzate. Quasi impossibile raggiungere Sorrento e Massa Lubrense per chi viene da Napoli. L'intervento di riparazione è seguito minuto dopo minuto dal sindaco Vincenzo Iaccarino anche perché via Madonna di Roselle era stata recentemente rimessa a nuovo dal Comune: «Chiederemo non solo il ripristino della piena funzionalità degli impianti - fanno sapere dallo staff del primo cittadino - ma anche di asfaltare nuovamente la strada».

Lunedì una perdita da una condotta idrica, prontamente riparata dagli operai della Gori, ha portato alla chiusura di viale dei Pini che solo nelle prossime ore potrebbe tornare percorribile. Successivamente sono andati in tilt i tubi dell'acqua tra via degli Aranci e via del Mare, a Sorrento, e in via Gennaro Maresca, ancora una volta a Piano di Sorrento: in entrambi i casi è stato necessario sospendere l'erogazione idrica in diverse strade per consentire la riparazione delle condotte e il rapido ripristino del servizio.
Giovedì 8 Novembre 2018, 20:39 - Ultimo aggiornamento: 9 Novembre, 07:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP