Omicidio Della Corte, domani i funerali della guardia giurata

ARTICOLI CORRELATI
di Ferdinando Bocchetti

Si terranno domani alle 15 i funerali di Franco Della Corte, la guardia giurata della Security service uccisa da tre minorenni. Le esequie si terranno nel pomeriggio (l'orario non è ancora stato deciso) a Marano, la città in cui risiede la famiglia Della Corte. La cerimonia religiosa sarà officiata nella chiesa dello Spirito Santo Nuovo di via Piave, poco distante dall'abitazione del vigilante. Oggi, invece, è stato eseguito l'esame autoptico sul corpo dell'uomo barbaramente assassinato nella notte tra il 3 e il 4 marzo. Domani a Marano sarà lutto cittadino, come annunciato dai commissari straordinari alla guida del Comune.   
Lunedì 19 Marzo 2018, 15:53 - Ultimo aggiornamento: 19-03-2018 16:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-03-19 18:18:55
quello che mi ha colpito è stata l'intervista al padre di uno degli assassini che indossava una maglietta con la scritta NARCOS!!! ma di cosa stiamo parlando?????? se tanto mi da tanto.............
2018-03-19 18:09:03
Non una parola di cordoglio da parte di De Magistris che dice di stare con il ''popolo'',ma evidentemente non con la parte nobile e sana del suddetto cui apparteneva questo povero e onesto lavoratore.Lui sta con la feccia dei centri sociali,con gli abusivi,la plebaglia e qualche sinistroide snob figlio di papa' da cui ha preso i pochi voti che gli consentono di ''amministrare'',grazie soprattutto al colpevole astensionismo dei più.
2018-03-19 17:20:24
Mentalità ottuse, Il,50% di responsabilità di sicuro saranno dei propri genitori.
2018-03-19 17:20:10
La confessione lascia intuire la linea di difesa : colpa dell'assunzione di stupefacenti . Speriamo che i Giudici non abbocchino...
2018-03-19 16:23:41
Se i ragazzi che hanno tolto la vita a Franco Della Corte avessero la ben più piccola percezione di quante vite hanno stravolto, insieme con quella del loro condannato, forse si spaventerebbero e si meraviglierebbero della tragedia umana ed emotiva compiuta….. ma, adesso, non lo capiscono. La superficialità del loro essere, che non è stato condotto verso la maturazione del meglio di se, ha avuto attenzione soltanto per i cinquecento Euro da ricavare attraverso la vendita della pistola d’ordinanza…..della vittima. Ad oggi ci sono una famiglia, sola ed in lacrime, che deve riorganizzare il suo futuro, una società sbigottita e dei ragazzi “fai da te” che, se non verranno aiutati a “rinascere”nella maniera più opportuna, andranno ad ingrossare le fila della delinquenza comune ed organizzata … Tristemente, Lella Napolitano

QUICKMAP