Nola, violenza sessuale su una bimba di 3 anni: 24enne ​in carcere

ARTICOLI CORRELATI
10
  • 722
Ha abusato di una bimba di tre anni. Per questo, un giovane di 24 anni, è stato arrestato. Il givoane era in una casa insieme anche ad altre persone, poi rimasto solo in una stanza con la piccola, ha abusato di lei. Ennesima storia di violenze su minori. Questa volta è accaduto a Nola, in provincia di Napoli. E grazie ad una confidenza fatta ad una pattuglia dei carabinieri, il 24enne è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale aggravata. Secondo le indagini coordinate dalla Procura di Nola e condotte dai carabinieri, il fatto è avvenuto a gennaio scorso, una sola volta. Il giovane sarebbe disoccupato e non risulta pregiudicato.

La vittima l'ha 'individuata' in una casa dove si trovava insieme ad altre persone. Qualcuno avrebbe visto l'abuso e avrebbe raccontato la violenza ai militari. È un bollettino quotidiano, ormai, quello degli abusi sui minori. Solo ieri, tra Salerno e provincia, sono venuti alla luce due casi: le vittime hanno solo 14 e 13 anni. In un caso gli abusi si sono protratti per quasi un anno, anche con la minaccia di una pistola. In un altro caso la ragazzina è stata costretta a subire abusi anche alla presenza di un'altra coetanea.

Pedofili che, dunque, agiscono con le minacce ma anche con l'offerta di soldi o regali. Mostri che raggiungono le loro vittime nei più diversi modi: attraverso i social, negli ambiti familiari. Questa volta, nel caso di Nola, non sembra esserci alcun legame tra il pedofilo e la piccola; difficile stabilire se l'uomo lo abbia già fatto altre volte. «Stiamo superando ogni limite di orrore e di violenza come testimonia la ripugnante vicenda che arriva dalla provincia di Napoli, dove una bimba di tre anni è stata violentata da un mostro - dice su Facebook il vice presidente del Senato, Roberto Calderoli - Davanti ad una simile bestialità anche la pena della castrazione chirurgica sembra poco e in ogni caso un pervertito, che arriva a mettere le mani su una bimba di tre anni, non potrà mai essere rimesso in circolazione e non dovrà mai rivedere la luce del sole. Per questi mostri pedofili serve il fine pena mai».

Intanto le indagini scaturite da una confidenza raccolta dai militari a seguito dell'intervento di una pattuglia dei carabinieri di Nola, hanno consentito di delineare quello che la Procura definisce «un grave, univoco e concordante quadro indiziario a carico della persona indagata». Per lui il carcere ed un'accusa pesante: violenza sessuale aggravata su una minore.
Martedì 19 Giugno 2018, 09:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-06-20 23:59:19
Mai e poi mai avrei pensato di dire che sono d'accordo con Calderoli.
2018-06-20 13:29:24
Doppio arresto domiciliare.
2018-06-20 00:21:54
Ha un'unica possibilità di riscatto: in Africa ad assistere i malati di lebbra ed AIDS.
2018-06-19 21:32:45
Non è extracomunitario? Strano, vero eh?(ironico)
2018-06-19 13:45:27
Ma la mamma dovera ?

QUICKMAP