Napoli, confezionavano droga in un locale in disuso: scoperti, inseguiti e arrestati

Ieri pomeriggio gli agenti del commissariato Vicaria Mercato hanno arrestato Andrea Equatore e Rosario Tarsia, entrambi napoletani, rispettivamente di 22 e 24 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro. I poliziotti, a seguito di un’attività investigativa, hanno accertato che i due giovani avevano creato una vera e propria centrale per il confezionamento di sostanza stupefacente in alcuni locali in disuso in via Bologna.

I poliziotti, dopo aver circondato l’intera zona, sono riusciti ad accedere nei locali dopo averne forzato la porta. I due giovani, in quel momento all’interno, hanno provato la fuga da un’altra uscita. Ma dopo aver scavalcato un muro di cinta e corso su una tettoia in lamiera, sono stati bloccati in un cortile adiacente via Venezia. Equatore e Tarsia calzavano ancora guanti in lattice neri ed avevano indosso la somma di 380 euro e un mazzo di chiavi del portone dello stabile di via Bologna.

All’interno dei locali sono stati rinvenuti due  bilancini di precisione e numerose buste di cellophane trasparente ed auto-sigillanti. In una botola, ben nascosta da masserizie, i poliziotti hanno rinvenuto numerose buste contenenti marjuana ed un tubo di circa 30 cm nel quale erano nascoste 7 buste di cocaina. In totale gli agenti hanno sequestrato 113.81 grammi cocaina e 1352 grammi di marjuana. I due napoletani sono stati arrestati e condotti presso la casa circondariale di Poggioreale.

 
Giovedì 17 Maggio 2018, 13:07 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 13:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP