Scandalo all'Ospedale del Mare, il piano ferie nascosto ai manager

di Ettore Mautone

Ospedale del Mare, va avanti su tre binari l'indagine sul reparto di Chirurgia vascolare chiuso per 12 ore, nella notte tra venerdì e sabato scorso, per decisione del primario (sospeso dalle funzioni) Francesco Pignatelli, che quella sera aveva organizzato una festa. Oggi il direttore generale della Asl Napoli 1 Mario Forlenza trasmetterà al ministro della Salute Giulia Grillo gli atti con i risultati dell'indagine interna conclusa ieri dal nucleo ispettivo centrale della Asl guidato da Luciano Hengeller.

Dalle prime indiscrezioni che trapelano emergerebbe che in quel reparto sono in servizio 10 dirigenti medici (compresi Pignatelli e Massimo Tatafiore, il chirurgo sostituto chiamato a prendere in mano le redini dell'unità operativa dopo la sospensione del primario). Entrambi, Pignatelli e Tatafiore, provengono dal Vecchio Pellegrini insieme con alcuni altri camici bianchi e sono tutti stati assunti per concorso. Gli altri specialisti in forze all'unità operativa sono stati reclutati per avvisi pubblici o procedure di mobilità e provengono da Caserta, Benevento e altre province campane. Nel periodo sotto osservazione, ossia lo scorso fine settimane, sarebbero stati in ferie 4 medici più uno in malattia e una dottoressa in maternità. Gli infermieri a disposizione del reparto sarebbero invece in tutto 12, compreso un coordinatore e un'unità a mezzo servizio impiegata solo nelle ore mattutine. Da chiarire se, su alcuni turni, si effettuano rotazioni tra i vari reparti in base alle esigenze soprattutto in questo periodo feriale. Incertezze esistono anche sull'esatto numero degli infermieri in malattia. Si tratta di questioni dirimenti per comprendere i contorni della situazione quando il primario ha deciso di chiudere per una notte il reparto. Quel che è certo è che per badare ai 4 pazienti ricoverati in Chirurgia vascolare e poi affidati alle cure del reparto di Chirurgia generale, sarebbe bastato un presidio infermieristico e un medico che solitamente, di notte, si divide tra reparti affini come lo sono la Chirurgia generale e quella vascolare.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 12 Luglio 2018, 11:05 - Ultimo aggiornamento: 12-07-2018 11:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP