Al Sannazaro prima festa senza Nico
poco alcol, tanti ricordi e amarezza

di Bruno Majorano - Maria Pirro

  • 103
La musica è italiana, ma non è la stessa. Il ragazzo dagli occhi chiari sta in piedi, nell’angolo più buio del teatro Sannazaro trasformato in pista da ballo, la prima grande festa organizzata dopo la tragedia. È l’amico di Nicola Marra che ha recuperato il telefono, purtroppo tardi a Positano, dove il compagno di Chiaia è morto, ad appena 21 anni, da solo, a Pasqua, cadendo in un crepaccio al termine di una notte di sballo in discoteca. «Siamo scioccati: per la prima volta sentiamo che siamo stati colpiti», dice Massimo Coppin sulle note di «Amore disperato».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 14 Aprile 2018, 22:58 - Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 00:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP