Napoli, riparazioni fai dai te sui bus, la denuncia corre sui social

di Melina Chiapparino

La denuncia di autobus dalla manutenzione"fai da te" rimbalza sui social e rilancia la polemica sulle scarse risorse a disposizione dell'azienda napoletana. La pagina facebook di Adolfo Vallini, sindacalista Usb, parla chiaro con le foto che ritraggono i bus tenuti insieme dallo scotch.

 «Certo che la creatività e la fantasia del personale Anm seppure messonalla gogna mediatica, non manca- si legge sul post di Vallini- bus incerottati, tenuti insieme da nastro adesivo, pur di garantire qualche mezzo in più in strada».

Se è vero che la segnalazione vuole attirare l' attenzione sulla buona volontà degli autisti, è pur vero chebil dito è puntato sul degrado dei mezzi a disposizione. «Intanto se malauguratamente il portellone si apre e colpisce qualcuno causando danni a cose o persone - si legge ancora su fb- la colpa su chi ricadrà?».

In questo caso l' allarme lanciato dal sindacalista è rivolto alla problemativa spesso frequente dei portelli che a causa delle vibrazioni si aprono d' improvviso. Il post provocatorio si conclude con una domanda. «La responsabilità sarà attribuita al conducente negligente per non aver segnalato il guasto del mezzo o alla fatalità?»
Venerdì 12 Gennaio 2018, 17:55

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-13 11:00:23
Fa specie notare come la denuncia arrivi da chi, come questo signore, sta occupando un ruolo di 'capo' di esercizio in anm, che quindi dovrebbe agire per risolvere e non per rimandare al mittente i problemi denigrando alla prima occasione. E' questa rappresentazione artefatta di uno sfascio totale che contribuisce a fornire di anm la pessima immagine che ha. Rispetto!

QUICKMAP