Capodanno, 12enne ferito da proiettile: arrestato vicino, aveva munizioni in casa. Il padre del bimbo: «Una stesa»

ARTICOLI CORRELATI
1
  • 398
Un uomo è stato arrestato dalla Polizia di Stato nell'ambito delle indagini scattate dopo il ferimento di un ragazzino di 12 anni, colpito alle gambe da due proiettili mentre era affacciato al balcone. Luigi Gitano, 30 anni, è accusato di detenzione di munizioni: perquisendo la sua abitazione, pochi minuti prima della mezzanotte, gli agenti del commissariato San Giovanni e dell'Ufficio prevenzione generale hanno scoperto e sequestrato 182 cartucce di vario calibro, tra cui 8 munizioni da guerra.
 
 

La Polizia ha eseguito anche altre perquisizioni a caccia dei colpevoli. Gitano è stato trovato dagli investigatori sotto la doccia, alle 23.55, circa un'ora dopo la sparatoria che ha causato il ferimento del 12enne: elemento che ha insospettito ulteriormente gli agenti. Saranno gli esami balistici a stabilire eventuali corrispondenze tra i colpi esplosi in strada e le munizioni trovate in possesso di Gitano. ​Le munizioni sono state sequestrate e poste a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sono in corso ulteriori indagini da parte della Polizia di Stato.

Il padre del ragazzo ha riferito agli agenti che poco prima del ferimento del bimbo aveva notato due scooter, uno bianco e uno scuro con a bordo due persone che, transitando in via Sorrento, avevano esploso numerosi colpi di arma da fuoco. Sul posto i poliziotti del Commissariato San Giovanni hanno trovato 25 bossoli, molti dei quali avevano colpito un'auto parcheggiata


 
Lunedì 1 Gennaio 2018, 14:57 - Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio, 08:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-02 08:21:04
Mandatelo in galera in iraq

QUICKMAP