Napoli, viaggio tra i bambini a rischio: «Salviamo i nostri piccoli dalla strada con 50 cents al giorno»

di Andrea Ruberto

4
  • 308
Nel cuore di San Giovanni a Teduccio esiste un’oasi felice, punto di ritrovo per i giovani del quartiere. Si tratta della Onlus Figli in Famiglia, di Carmela Manco, che ogni giorno ospita tra i 100 e i 150 ragazzi. Tra laboratori di ogni tipo, dalla ludoteca, al doposcuola, passando per la palestra e la cucina, fino al canto e il teatro, la struttura offre una possibilità di crescita culturale per un quartiere difficile spesso dimenticato dalle istituzioni.
 

Grazie all’iniziativa «Adotta un bambino a distanza», attraverso la pagina Facebook Oasi: tra sogno e realtà è possibile effettuare una donazione per aiutare questi bambini. «50 centesimi al giorno sono pochi - sottolinea Carmela - ma per un bambino possono significare la vita».
Martedì 23 Gennaio 2018, 19:55 - Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio, 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-01-23 22:07:26
quanto durerà questa battaglia mediatica contro Napoli? ja qui si rasenta il ridicolo mttitvsquorn
2018-01-23 22:07:18
quanto durerà questa battaglia mediatica contro Napoli? ja qui si rasenta il ridicolo mttitvsquorn
2018-01-23 21:03:14
A S. Giorgio a Cremano, Comune a ridosso di S.Giovanni a Teduccio, hanno già speso e spenderanno ancora altri 5.700 euro per ripristinare i murales di Troisi e Noschese. (v. art. Mattino). Personaggi molto simpatici e meritori, per carità, nulla da obiettare, ma.....mi chiedo: è denaro speso bene, se associamo la notizia di S. Giorgio con quella di S.Giovanni? Perché i santi, Giorgio e Giovanni, non si mettono d'accordo fra di loro...e magari lasciano scolorire gli inutili e vacui murales, per favorire la sopravvivenza dei ragazzi di S.Giovanni a Teduccio? 5700 euro, tanto per dire, sono o sarebbero 1140 donazioni di 0,50 centesimi. Meditate!
2018-01-24 10:01:41
Dear Felipe avevo pensato la stessa cosa Vorrei tanto partecipare al programma ma io ho gia' adottato un nipote a distanza disoccupato e con 4 figli.

QUICKMAP