San Gennaro non tradisce Napoli: il sangue s'è sciolto per il terzo miracolo dell'anno

ARTICOLI CORRELATI
di Paola Marano

  • 3787
Napoli ha di nuovo il suo miracolo: la terza liquefazione del sangue di San Gennaro, previsto come da tradizione il 16 dicembre, è avvenuta alle 12.12 di questa mattina dopo la celebrazione della messa nella Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro nel duomo di Napoli. Un segno di buon auspicio in vista dell'arrivo dell'anno nuovo per i fedeli napoletani, ma anche per i turisti in visita alla chiesa, che dalle prime ore della giornata si erano raccolti dinanzi alla teca contente il sangue del Santo patrono, in attesa dello scioglimento del liquido.

Si tratta della celebrazione più intima e meno conosciuta rispetto a quelle che avvengono ogni anno la prima domenica di maggio e il 19 settembre, giorno in cui ricorronno i festeggiamenti del Santo Patrono della città.
 

Il miracolo del 16 dicembre è dedicato al ricordo del patrocinio e si ripete dallo stesso giorno del 1631, quando, secondo i fedeli, l'intervento di San Gennaro impedì che un'eruzione del Vesuvio distruggesse la città. Dopo la liquefazione la teca con il sangue del santo patrono è stata rimossa e sarà riesposta al pubblico dalle 16 di questo pomeriggio. 
Sabato 16 Dicembre 2017, 13:38 - Ultimo aggiornamento: 17-12-2017 11:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP