Napoli, il parco della Marinella rinasce: contratto d'appalto per i lavori

E' stato stipulato il contratto d'appalto per la progettazione esecutiva e la realizzazione dell'intervento al Parco della Marinella con il raggruppamento temporaneo di imprese (Ream srl, Vivai Barretta srl e Green's service di Riccio Paolo) per un importo dei lavori che ammonta a 4,2 milioni di euro. Ne dà notizia il Comune di Napoli. «Subito dopo questa stipula - è scritto nella nota - è prevista la predisposizione, da parte dell'aggiudicatario, entro il termine di 20 giorni dall'ordine di servizio del Comune del progetto esecutivo; dopo l'approvazione del progetto esecutivo da parte di palazzo san Giacomo è prevista l'esecuzione dei lavori, per i quali è stato stabilita una tempistica da contratto di 149 giorni, decorrenti dalla data di consegna». L'intervento, che è già finanziato con le risorse del Patto per lo sviluppo della città metropolitana di Napoli, «consiste nella realizzazione di un nuovo parco urbano nell'area corrispondente alla parte costiera dell'antico borgo Loreto, compresa tra via Amerigo Vespucci, il bastione del Carmine, l'ex caserma di Cavalleria, il Mercato ittico e le infrastrutture del porto».

«Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo parco urbano di circa 30.000 metri quadrati caratterizzato dalla presenza di numerose essenze arboree ed è concepito come parco giochi inclusivo,in cui anche i bambini con capacità e abilità diverse potranno giocare e interagire. Il nuovo Parco è poi caratterizzato dalla presenza di una cavea, di una fontana e di alcuni manufatti edilizi destinati a piccole attività commerciali, impianti e servizi igienici e sarà autosufficiente dal punto di vista energetico» conclude la nota.
Giovedì 11 Gennaio 2018, 19:32 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2018 19:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-01-11 23:20:50
Sono convinto che il Parco verrà realizzato. La domanda è un'altra. Dopo averlo aperto al pubblico, quando aspetteremo prima di leggere sul Mattino episodi del tipo: baby gang che accoltellano ragazzo per uno sguardo di troppo, tossicodipendenti che si bucano nel parco gettando le siringhe per terra, vandali in azione con le bombolette spray per insozzare gli arredi pubblici, sterpaglia che cresce nelle aiuole perché perché prive di adeguata manutenzione, etc etc.? Il problema di Napoli è che, quand'anche si riescono a realizzare opere pubbliche (molto raramente peraltro), queste sono lasciate alla totale incuria dell'amministrazione pubbica ed alla totale barbarie di una buona percentuale di concittadini. Non c'è futuro roseo in questa città. Lo dico da sempre: meglio rassegnarsi al degrado o emigrare lontano. Requiem.
2018-01-12 10:44:12
condivido in pieno!
2018-01-11 20:10:55
L ennesimo annuncio.Comunque la speranza é l ultima a morire.

QUICKMAP