Napoli, pochi botti ma tanto alcol: 20 giovani in coma etilico al Cardarelli

ARTICOLI CORRELATI
  • 3431
Notte impegnativa per tutto lo staff del pronto soccorso del Cardarelli di Napoli, chiamato a rispondere alle innumerevoli emergenze nate dall’uso improprio di fuochi pirotecnici. «Quest’anno la Notte di San Silvestro ha fatto registrare un bilancio al di sotto della media - dice il dottor Franco Paradiso - solo casi di ferimento da botti (2 a carico degli occhi, 2 a carico delle falangi mano destra con amputazione traumatica di falangi).E’ però da rilevarsi un aumento di casi di coma da alcol etilico tra giovani al di sotto dei 20 anni (20 casi nella notte)».
Un fenomeno in aumento, visto che sono stati oltre cento i casi di coma etilico negli ospedali napoletani che hanno riguardato sorpattutto giovani e giovanissimi.


«Voglio ringraziare tutto il personale - spiega il direttore generale Ciro Verdoliva - che come sempre ha garantito assistenza, producendo uno sforzo straordinario anche durante questa fine dell’anno. Ancora una volta il Cardarelli si è mostrato all’altezza del compito»..
Lunedì 1 Gennaio 2018, 11:20 - Ultimo aggiornamento: 02-01-2018 12:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP