Napoli, addio con applausi a Bardi, il rapinatore ucciso da un avvocato a Latina

ARTICOLI CORRELATI
35
  • 16684
Autopsia conclusa, salma liberata, si attendono per le prossime settimane i risultati. Traiettoria dei proiettili, numero di colpi, punto di impatto: gli esami balistici saranno fondamentali per chiarire i punti oscuri sulla morte di Domenico Bardi, il 41enne del Rione Traiano ucciso a Latina mentre, con alcuni complici, stava svaligiando un’abitazione. Ieri, nel popoloso complesso residenziale di Soccavo, si sono tenuti i funerali. Circa duecento persone si sono riunite nella parrocchia Maria Immacolata della Medaglia Miracolosa, in via Marco Aurelio. Tra loro i genitori e i parenti di Bardi ma anche semplici conoscenti del rione che si sono incontrati per l’ultimo saluto. Alla fine della funzione, mentre il corpo veniva trasportato al cimitero, è scattato un lungo applauso e sono stati liberati dei palloncini bianchi e azzurri.
 
 

All’esterno, durante la funzione, i commenti di chi conosceva Bardi sulle modalità della sue morte. Quelli più ricorrenti parlano di un omicidio volontario. La versione fornita dall’avvocato Francesco Palumbo, che afferma di aver sparato in aria per mettere in fuga i ladri e non con l’intenzione di colpirli, viene ritenuta poco attendibile. Si contesta la dinamica, il numero di proiettili che hanno raggiunto Bardi, il fatto che fosse pieno giorno e non di notte. E si arriva sempre alla medesima conclusione: sarebbe stata giusta la galera, ma così si è trattato di una esecuzione. L’autopsia era stata effettuata dal medico legale Tommaso Cipriani la mattina del 19 ottobre a Latina, nell’obitorio del “Santa Maria Goretti”, in presenza del consulente di parte Maurizio Saliva; i primi dati parlano di almeno tre proiettili, che hanno raggiunto la vittima mentre stava scendendo da una scala e si trovava a una decina di metri da chi ha sparato. L’avvocato della famiglia Bardi aveva annunciato l’intenzione di chiedere una perizia balistica; l’avvocato Palumbo resta indagato a piede libero per omicidio volontario.
 
Sabato 21 Ottobre 2017, 09:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 35 commenti presenti
2017-10-25 13:44:07
Dare visibilità ?? allucinante. Sicuramente la magistratura dovrà fare il suo corso e valutare la posizione di chi ha sparato..ma fare un articolo per pubblicizzare gli applausi ad un rapinatore..è veramente troppo. Sicuramente dispiace per la morte di una persona..ma credo che chi vive in questo modo debba mettere in conto che possa fare questa fine
2017-10-25 03:39:40
Dobbiamo considerarlo alla stregua degli incidenti sul lavoro? Non bisognava dargli visibilità, certo dispiace per una morte ma è stata cercata e voluta. Gli applausi? Gente che per loro questo modo di vita è normale! Quindi della stessa specie.
2017-10-23 13:14:43
insegna agli angeli a rapinare ...
2017-10-23 11:50:02
Che vergogna...evviva gli USA che se entri in casa mia ti sparo addosso e mi danno anche una medaglia..!!!.Come dare torto a Salvini ??????
2017-10-22 16:41:31
Però pure voi del Il Mattino che date visibilità a queste "brave" persone...

QUICKMAP