Pochi vigili in strada: 50 per turno
Pizzerie storiche chiuse

di Francesco Pacifico

  • 354
I vigili in servizio per le strade di Napoli oggi oscilleranno tra quaranta e cinquanta per turno. Quindi, con l’allarme sicurezza alle stelle, 150 in tutto l’arco della giornata. Nella settimana di Ferragosto le farmacie aperte erano tra le trenta e quaranta. Mentre sembravano meno del 60 per cento rilevato dalla Camera di Commercio i negozi in attività: in alcuni quartieri (nell’elegante Chiaia come nella più popolare Sanità) le strade erano un susseguirsi di saracinesche abbassate. Il tutto in una città da 900mila abitanti, che non si è svuotata come gli anni scorsi: soltanto un terzo si sarebbe allontanato per le vacanze, mentre il centro campano è stato preso d’assalto da decine di migliaia di turisti.

Tra problemi strutturali (mancanza di personale e risorse) e un’atavica disorganizzazione, sul versante dei servizi alla cittadinanza Napoli quest’anno è sembrata una città più vuota del dovuto. In quest’ottica emblematiche le difficoltà del comandante dei vigili urbani, Ciro Esposito, a programmare i turni. «Come tutti gli anni, da quando sono comandante, facciamo non pochi sforzi per garantire il servizio. D’estate abbiamo in servizio il 50 per cento degli agenti in organico». Il calcolo è presto fatto: in totale i caschi bianchi a Napoli sono 1.600, di questi 900 sono in strada, quindi gli uomini disponibili ora scendono a 450. «Sono circa 150 per turno, che la domenica, con le quartine (lavora uno su quattro, ndr) diventano circa 40. Ma va detto che per ampliare l’organico ci affidiamo agli straordinari e sospendiamo servizi non indifferibili come gli accertamenti per l’autorità giudiziaria». Esposito ricorda che «siamo sottorganico, servirebbero almeno 2.300 uomini contro gli attuali 1.600, ma il Comune è in predissesto. Nonostante questo la giunta non lesina sforzi. Senza contare che quest’anno abbiamo collocato un presidio fisso ai Decumani che lo scorso non c’era, dobbiamo garantire un controllo nelle zone con maggiore presenza di turisti come via Roma. Quest’anno poi la città non si è svuotata, il traffico sarà calato ad agosto rispetto a luglio soltanto del 20 per cento. Il 15 io ero in servizio, sono passato al Plebiscito e avevo davanti non solo una piazza gremita, ma una babele di gente che parlava. Comunque finora tutto è andato liscio». In queste condizioni, è difficile organizzare il servizio.

Per esempio ieri pomeriggio i vigili hanno organizzato un blitz contro ambulanti e parcheggiatori abusivi con 15 auto e 65 uomini guidati dal capitano Gaetano Frattini: due gli arresti, padre e figlio che vendevano zucchero filato e che non si sono voluti allontanare. Ma i mezzi e personale sono stati trasferiti a via Caracciolo dalle altre parti della città. Racconta Roberta Stella, sindacalista del Csa: «Tutte le istituzioni sono a conoscenza della nostra carenza di personale. Come si fa a lavorare in questo modo? È certamente più rischioso e più faticoso. Intanto noi facciamo turni molto flessibili». Mancano i vigili urbani, ma mancano anche i negozi per i beni di necessità o quelli dello shopping tanto caro ai turisti. A Chiaia sono tantissime le vetrine sbarrate, mentre è più facile trovare aperto ai Decumani o a via Roma, metà privilegiate dei visitatori. Fonti della Camera di Commercio parlano di circa il 60 per cento di venditori regolarmente a lavoro, ma questo numero comprendere anche centri commerciali, le catene come la Feltrinelli e i mercatini come quello dei Vergini, pieni di napoletani. Soltanto un quarto degli esercenti che offrono servizi artigianali era reperibile. Strapiene le pizzerie e i ristoranti del Lungomare, mentre sono off limits alcuni tempi della gastronomia napoletana come Concettina ai tre Santi, Nennella, Di Matteo, il Leon d’oro, Le Figlie di Iorio, per non parlare della casa della sfogliata, la pasticceria Pintauro, che si è presa due mesi di ferie. Riaprirà a settembre.


Continua a leggeer sul Mattino Digital
Sabato 19 Agosto 2017, 23:44 - Ultimo aggiornamento: 19-08-2017 23:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP