Caso Consip, audizione al Csm dell'ex procuratore di Napoli

  • 11
È terminata l'audizione dell'ex procuratore di Napoli Giovanni Colangelo, in pensione dallo scorso febbraio, davanti alla prima commissione del Csm in relazione all'istruttoria sui casi Cpl Concordia e Consip, l'indagine sulla centrale acquisti della pubblica amministrazione avviata dal pm Henry John Woodcock. Al termine dell'audizione, durata circa tre ore, Colangelo ha lasciato Palazzo dei Marescialli senza rilasciare dichiarazioni. Il magistrato è stato sentito nell'ambito dell'azione conoscitiva che la prima commissione sta effettuando sull'assegnazione del fascicolo Consip e Cpl Concordia e su eventuali irregolarità da parte del pm Henry John Woodcock.

Il fascicolo era stato rivendicato dal procuratore aggiunto Alfonso D'Avino, che coordina il pool di magistrati applicati ai reati contro la pubblica amministrazione, ma affidato invece al pool che si occupa di criminalità organizzata e in particolare a Woodcock. Nei giorni scorsi il Csm ha già sentito D'Avino e l'aggiunto della Dda di Napoli Giuseppe Borrelli, che invece ha sostenuto che l'assegnazione del fascicolo è stata corretta. Gli accertamenti del Csm ruotano anche intorno alla fuga di notizie sulla telefonata tra Renzi e il generale della Gdf Adinolfi finita sui giornali.
Giovedì 12 Ottobre 2017, 10:53 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2017 20:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP