Capodanno: feriti in calo a Napoli
sono 35. Bimbo colpito alla mano

  • 619
È di 35 feriti il bilancio dei festeggiamenti per il Capodanno tra Napoli e provincia. Il più piccolo ha solo 8 anni ed è ferito alla mano destra per lo scoppio di un petardo. Nel dettaglio a Napoli sono state 22 le persone ferite per lo scoppio di botti e 13 in provincia. Un 23enne ha perso due dita della mano destra mentre un 27enne di Castel Volturno, in provincia di Caserta, rischia di perdere l'occhio destro. Un 52enne di Casavatore è stato ricoverato per lesioni al braccio e alla nuca, mentre un 49enne di Portici ha riportato ustioni su diverse parti del corpo. Complessivamente il numero di feriti è in calo rispetto allo scorso anno, quando il bilancio fu di 46 persone.

I feriti si sono registrati in varie zone della città. Al Cardarelli e al Santobono si sono registrati i seguenti feriti: 56enne di Roma ricoverato per “sfacelo mano dx per scoppio di petardo”; 30enne di Napoli ricoverato per grave trauma a un occhio; 21enne di Napoli con ustioni e lesioni a occhio destro. Rischia perdita occhio; 62enne di pompei ricoverato per ferita a occhio; una 19enne di origini romene con ferite multiple alle gambe da scoppio di petardi; 49enne di portici ricoverato per ustioni al corpo da fuochi d’artificio; 46enne di Napoli ricoverato forse in attesa di intervento per trauma mano destro da scoppio di petardi; 52enne di Casavatore con lesioni da scoppio di petardi al braccio e alla nuca.



 
Lunedì 1 Gennaio 2018, 08:26 - Ultimo aggiornamento: 01-01-2018 11:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP