Traffico di droga da Colombia e Olanda: maxi blitz della polizia, 17 arresti al Bronx

ARTICOLI CORRELATI
di Giuseppe Crimaldi

2
  • 438
Dalle prime ore di questa mattina, su disposizione della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, cento poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito 17 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di promotori e sodali di un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, ritenuta in rapporti d’affari con i clan di camorra operanti nel Rione Pazzigno, il famigerato Bronx nell’area orientale di Napoli.
 
 


Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico e alla commercializzazione di sostanze stupefacenti e detenzione e porto di armi da guerra.

Il traffico di droga ha riguardato le diverse tipologie di sostanza stupefacente, con particolare interesse per la cocaina. Stabili sono risultati essere i rapporti con la Colombia, la Spagna e l’Olanda, luoghi in cui venivano stipulati gli accordi per l’acquisto e il trasporto dello stupefacente in Italia. Una volta giunto sul territorio nazionale, lo stupefacente veniva destinato ad alimentare le piazze di spaccio partenopee, con particolare riferimento a quelle presenti nei quartieri di Ponticelli e San Giovanni, nonché di altre regioni, come la Toscana (Massa Carrara) e il Lazio (Latina e Frosinone).
 

Nel corso delle indagini, numerosi sono stati i viaggi effettuati dai promotori dell’organizzazione verso gli Stati menzionati, nonché le trasferte dei cosiddetti corrieri effettuate per rifornire le piazze di spaccio fuori regione. 
Nel corso dell’indagine sono state tratte in arresto, in flagranza di reato, cinque persone. Inoltre si è proceduto al sequestro di 12 pistole di diverso calibro, due mitragliette Uzi, un fucile di precisione, 636 proiettili di calibro diverso, una Katana, caricatori, bilancini elettronici di precisione e abbattitore di frequenza, un jammer. Sequestrati venti chili di cocaina, venti chili di hashish, cinque chili di marijuana, diecimila euro in contanti, 170mila euro in banconote false da 20 euro. Durante le operazioni sono state sequestrate anche sei pistole di vario calibro, materiale da taglio e circa 70mila euro.

Di seguito ecco i nomi dei 17 arrestati: Valter Alfredo Busiello, 42 anni, di Napoli; Giuseppe Criscuolo, 39 anni, di Napoli; Ciro De Cesare, 28 anni, di Pollena Trocchia; Daniele De Matteo, 35 anni, di Napoli; Antonio Grossi, 56 anni, di Fondi (Latina); Raffaele Incarnato, 35 anni, di Napoli; Adolfo Mariotti, 54 anni, di Massa; Antonio Piccolo, 40 anni, di Napoli; Antonietta Scarpa, 39 anni, di Napoli; Ciro Scognamillo, 25 anni e Pasquale Scognamillo (detto Bombò), 36 anni,  di San Giorgio a Cremano; Giuseppe Sito, 48 anni, di Napoli; Gaetano Teatro, 35 anni, di Napoli; Nunzio Todisco, 33 anni, di Napoli; Davide Adolfo Trotta, 38 anni, di Cassino (Frosinone); Salvatore Uvale, 28 anni, di Napoli; Pasquale Scognamillo, 38 anni, di Napoli.
Martedì 20 Febbraio 2018, 07:11 - Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 10:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-02-20 16:26:46
pazzigno come tutta napoli, e' pieno di brava gente; un plauso ai pentiti
2018-02-20 12:25:49
Scusi, perche' definisce " famigerato" il quartiere di Pazzigno? E gli abitanti? Sono anch' essi tutti "famigerati"?

QUICKMAP