La denuncia: «Sequestrate bandiere del Regno delle due Sicilie durante la partita del Napoli»

Alcune decine di bandiere con lo stemma del Regno delle Due Sicilie sono state sequestrate ieri sera dalla Polizia allo stadio San Paolo prima della partita di Europa League Napoli-Midtjylland. L'iniziativa di recarsi allo stadio con la bandiere storiche era stata organizzata da diversi gruppi meridionalisti.



Il «Movimento Neoborbonico» ha annunciato la presentazione di un esposto alla magistratura ed ha chiesto un incontro al Questore di Napoli Guido Marino sull' accaduto. Sollecitata anche - informa un comunicato dei 'Neoborbonici' - ai parlamentati napoletani la presentazione di interrogazioni parlamentari sull' accaduto. «Sono state sequestrate anche sciarpe indossate da bambini e sono stati minacciati - da steward e poliziotti presenti - di Daspo e di arresto coloro che non volevano consegnare il "corpo del reato", affermano.



«Negli stadi di tutta l'Italia entrano simboli di ogni natura e sono frequenti e ormai impuniti cori e striscioni con contenuti carichi discriminazione antinapoletana. A Napoli da molti anni, ormai, quella bandiera è entrata a far parte delle simbologie associate al Napoli e al Sud. Si tratta di simboli storici, culturali e non 'politici'. Infine, i Neoborbonici segnalano che lo sponsor tecnico del Calcio Napoli ha realizzato t-shirts ed altri capi di abbigliamento con lo stemma dei Borbone-Due Sicilie e chiede polemicamente se anche quelle, per la Questura di Napoli siano da considerarsi fuorilegge».
Sabato 21 Novembre 2015, 02:35 - Ultimo aggiornamento: 6 Novembre, 17:27



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2015-11-07 19:26:40
xgeco1961 il sud si sta svegliando!
2015-11-07 07:08:18
Ancora non riesco a rendermi conto di cosa sia successo ieri sera! Circondati e guardati a vista da steward e poliziotti e minacciati di subire multe, sequestri se non adirittura fermi se solo avessimo provato a mostrare la bandiera Duosiciliana! Assurdo inconcepibile se si pensa ai tantissimi striscioni e stendardi che vengono esposti in tutti gli stadi che inneggiano all'odio, alla violenza, al disprezzo e alla discriminazione sociale e territoriale! Mi domando quegli striscioni e le curve che li espongono sono state sottoposte allo stesso trattamento???? La nostra voleva essere una simpatica manifestazione identitaria in cui si riconosceva la squadra del Napoli quale massima espressione calcistica di una realtà anche culturale e storica che il vessillo duosiciliano per 7 secoli ha espresso e che la s.s.c. Napoli ha fatto giustamente proprio. Nulla di sovversivo o eversivo che dir si voglia! Quindi ancora mi domando il perchè? perchè poco mi hanno convinto le giustificazioni edotte.... Piuttosto rivolgo un appello ai vari movimenti e associazioni duosiciliane che operano sul territorio affinchè muovano passi ufficiali (anche attraverso i propri uffici legali) chiedendo spiegazioni alle istituzioni e agli organi competenti (Sindaco, Prefetto, Questore, Dirigenti del Napoli ecc) e promuovano anche iniziative politiche mediante interpellanze parlamentari sull'accaduto! NOI DOBBIAMO SAPERE LA VERITA' e se ieri sera sono stati commessi abusi di potere e sono state prevaricati i diritti delle persone questo non solo lo dobbiamo sapere ma lo dobbiamo denunciare all'opinione pubblica!
2015-11-07 00:16:04
Sì, hanno paura. I napoletani si stanno svegliando, finalmente.
2015-11-06 22:41:15
Si stanno accorgendo che ormai in molti sanno e la verità avanza e fa paura !!
2015-11-06 18:48:32
onore ai patrioti napoletani del 1799

QUICKMAP