Raid sul lungomare di Napoli, nel branco i figli dei boss dell'Arenaccia

ARTICOLI CORRELATI
di Giuseppe Crimaldi

«Erano almeno in quindici. Tutti ragazzini, di certo molti di loro minorenni. Si sono lanciati improvvisamente su un altro giovane che era in compagnia di un amico, e lì giù botte da orbi. Era dopo la mezzanotte tra sabato e domenica. E hanno massacrato un 17enne, riducendogli il volto in una maschera di sangue». A parlare al Mattino è uno dei (molti) testimoni oculari che due notti fa hanno assistito al violentissimo pestaggio di un adolescente che è finito in ospedale con gravissimi traumi al volto, e che in queste ore viene sottoposto a un delicato intervento chirurgico che dovrà ricostruirgli zigomi e setto nasale. «Assurdo - dichiara la madre della giovane vittima - quello che è accaduto a mio figlio non deve più accadere a nessuno». Ma nel frattempo su una radio cittadina a microfoni aperti molti genitori confidano: «Daremo ai nostri figli bombolette di spray urticanti per difendersi dalle babygang».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 17 Aprile 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP