«Piovono» lettere sui marciapiedi, giallo all'Arenella

di Giuseppe Crimaldi

  • 1598
Come le foglie al vento, all'Arenella adesso piovono plichi e raccomandate. Inedito autunno, quello che vede fioccare al suolo non solo le lamine dei platani che si sfrondano, ma anche le comunicazioni inviate per posta dall'Inps, dal Comune, dalla Società Gestione Tributi e chi più ne ha più ne metta. Ma in questo caso c'è poco da togliere o da aggiungere: perché quello che è accaduto ieri in via Saverio Altamura - a due passi dallo Stadio Collana - ha veramente dell'incredibile.

A dare l'allarme sono alcuni residenti della zona che, intorno alle nove del mattino, inciampano tra il fogliame mai rimosso facendo sollevare un nugolo di buste bianche. Sono lettere. Meglio: raccomandate in attesa di essere recapitate, ma che i destinatari non riceveranno mai. Tra il marciapiedi e il ciglio della strada C'è un vero e proprio tappeto di buste ancora sigillate. Qualcuna, a giudicare dalla consistenza e dal mittente, conterrebbe addirittura degli assegni, altre persino qualcosa che - almeno al tatto - appariva come una tessera plastificata, forse una carta di credito.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 9 Novembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 09-11-2018 11:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP