Lite familiare a Giugliano, un morto: cognato fermato con l'accusa di omicidio preterintenzionale

ARTICOLI CORRELATI
di Mariano Fellico e Cristina Liguori

  • 38
Giugliano. Lite familiare finisce in tragedia. È quanto successo questa notte intorno alle 4 in vico Gambuzzi, traversa del corso Campano. Un uomo, Salvatore Rossi di 52 anni, secondo quanto appreso, al termine di una furibonda lite, è morto. Il cognato è stato fermato con l'accusa di omicidio preterintenzionale.
 
 

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, tutto è iniziato con una lite tra la moglie, di 49 anni, ed il marito di 40. Nella discussione è entrato anche il fratello della donna, di 53 anni, con seri problemi di salute: nei concitati momenti che ne sono seguiti - secondo quanto riferito dai Carabinieri - si sarebbe spostata la cannula tracheale che l'uomo portava a causa di una grave malattia respiratoria. È stato richiesto l'intervento dei militari che hanno ricevuto la segnalazione relativa ad una persona che aveva avvertito un malore ma quando sono arrivati sul posto, con il 118, l'uomo era già morto. Il cognato è stato portato in caserma.
Sabato 11 Agosto 2018, 08:41 - Ultimo aggiornamento: 12 Agosto, 17:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP