Licola, la «Reale delizia» dei Borbone in abbandono

Licola, la “Reale delizia” dei
Borbone in abbandono
ARTICOLI CORRELATI
di Antonio Cangiano

  • 156
Forse non tutti sanno che a Licola, a pochi passi dalla fermata della Cumana-Circumflegrea esiste una delle Reali delizie fatte costruire dai Borbone nel ‘700 come luogo prescelto per soggiornarvi e  passare periodi di vacanza più o meno lunghi. Oggi, purtroppo, il Real Casino Borbonico giace in stato di completo abbandono con parte del tetto collassato e strutture fatiscenti dove trovano rifugio i cani randagi. Sul caso è intervenuto Umberto Mercurio, presidente e portavoce dell’associazione “Licola Mare Pulito”, da tempo impegnato per la tutela e valorizzazione del Real sito e non solo: «Parte del Casino Borbonico di Licola è fatiscente e versa in forte stato di abbandono con parte del tetto crollato da oltre un anno. Si tratta di una delle “Reali delizie” dei Borbone meno conosciuta ma altrettanto preziosa e da tutelare. Chiedo alle Istituzioni locali e non solo di attivarsi per la tutela della struttura magari concedendo i locali ad una scuola o ad un’associazione locale». 
 
 

Al pari del più celebre complesso borbonico realizzato da Vanvitelli sulle sponde del lago Fusaro, anche il Real Casino di Licola si affacciava su un ampio lago, prosciugato dopo l’unità d’Italia. Luogo ideale per la caccia e la pesca, il complesso residenziale, fatto erigere per la gioia e i passatempi preferiti dei regnanti e della loro corte, si compone di un corpo di fabbrica centrale dove soggiornava il Re, una colombaia, una chiesetta dove sono ancora visibili i simboli della famiglia reale  e un edificio che ospitava la servitù che conserva i ganci originali utilizzati per legare i cavalli.
Sabato 13 Gennaio 2018, 11:33 - Ultimo aggiornamento: 13-01-2018 11:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP