«Tangenziale, il pedaggio non cambia»: il ministero gela il Comune di Napoli

di Pierluigi Frattasi

  • 220
«La riduzione richiesta del pedaggio della Tangenziale di Napoli non è accoglibile». Il ministero dei Trasporti gela il Comune. Con una nota firmata da Vincenzo Cinelli, direttore generale per la Vigilanza sulle concessioni autostradali del ministero dei Trasporti, si spiegano i motivi per i quali l'obolo di un euro non può essere modificato, fino al nuovo rinnovo della concessione previsto nel 2037. Non solo. Esito negativo anche alla richiesta della Polizia municipale a Tangenziale di esentare dal pagamento del pedaggio le auto dell'Infortunistica stradale che passano sull'autostrada urbana per motivi di servizio. «Avevamo chiesto al ministero - spiega Nino Simeone, presidente della commissione Infrastrutture - di verificare, nell'ambito della riorganizzazione delle concessioni autostradali annunciata dal ministro Toninelli, la possibilità di abbassare il pedaggio, visto che a seguito di una commissione del 14 settembre con i vertici di Tangenziale, abbiamo appreso che una quota significativa degli incassi (sembra il 35%) è versata ad Anas, Ministero e Mef, invece di essere reinvestita su Napoli. La risposta è negativa e i napoletani per altri 15 anni subiranno quest'iniquità. Mentre altre Tangenziali, come quella di Salerno, sono gratis».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 26 Ottobre 2018, 08:15 - Ultimo aggiornamento: 26-10-2018 10:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP