Delitto Materazzo, quella frase choc: «Mio fratello Luca vuole uccidermi»

ARTICOLI CORRELATI
di Leandro Del Gaudio

0
  • 55
Ha trascorso l'ultimo mese di vita, con una certezza: il fratello Luca voleva ammazzarlo. Prima ancora che la sua esistenza finisse sotto i colpi di quaranta coltellate, Vittorio Materazzo nutriva forti sospetti sul fratello di sedici anni più giovane, con cui da tempo i rapporti erano burrascosi per via della gestione del patrimonio familiare. È questa la convinzione di uno dei testi chiave del processo a carico di Luca Materazzo, secondo quanto emerso dagli atti a disposizione delle parti. A confermare questa circostanza, la sera del delitto, è un professionista napoletano, che sente il dovere - a poche ore dall'omicidio di viale Maria Cristina di Savoia - di rivolgersi alla polizia. Sono le 22.30 del 28 novembre del 2016, quando viene sentito come teste il commercialista Stefano Romano, amico dell'ingegnere ucciso, depositario delle confidenze e dei tormenti che agitarono gli ultimi giorni di vita del professionista. Ecco il racconto del teste verbalizzato un anno fa: «Circa un mese fa, avevo esternato a Vittorio le mie preoccupazioni per alcuni messaggi anonimi che mi erano stati indirizzati, relativi alla mia presidenza dello Sci club, quando Vittorio mi disse queste parole: Tu ti preoccupi per queste sciocchezze. Che devo dire io che temo per la mia vita in quanto ritengo che mio fratello mi voglia uccidere. Non so se Vittorio abbia o meno formalmente denunciato anche tale suo timore...». Parole sinistre destinate a pesare nel corso del processo che sta per aprirsi il sette febbraio dinanzi al gup Alfonso Sabella. Ma sono migliaia le pagine di verbali e atti investigativi depositati in questi giorni dalla Procura.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 22 Gennaio 2018, 08:15 - Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 10:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP