Il ministro Lezzi presenta Floro Flores su Fb: «Bagnoli, lavoreremo bene»

ARTICOLI CORRELATI
  • 85
Con un video postato sui social il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, ha ufficializzato la nomina di Francesco Floro Flores a commissario per Bagnoli. «Sono certo - dice la Lezzi - che lavoreremo bene, con in mente un unico obiettivo: restituire finalmente quest'area ai cittadini».

Il ministro annuncia anche una relazione costante con cittadini e comitati e si augura di vedere al più presto libera la spiaggia di Bagnoli dalla colmata. Floro Flores, dal canto suo, considera Bagnoli come la madre di tutte le battaglie per Napoli e ritiene il tempo il vero nemico, dopo tanti anni persi.
 

Ma chi è Francesco Floro Flores? Sessantatre anni, una laurea in Ingegneria informatica, una passione per la sua città, Napoli, che nel corso della carriera lo ha portato a rinunciare a offerte cui era difficile dire di no. Insomma, uno non nuovo a sfide impegnative. Dopo la laurea con una tesi sperimentale sull'utilizzo dei microprocessori, e l'esperienza in Marina Militare, dove mette a punto un sistema per l'elaborazione digitale in tempo reale dei segnali catturati dal radar, arrivano le prime esperienze lavorative: sei anni nella progettazione firmware al servizio delle imprese campane, che gli valgono la chiamata alla direzione tecnica della filiale Centro Sud della Olivetti. Gli viene offerta la direzione marketing della divisione. Lui che invece avrebbe voluto fare il direttore della filiale di Napoli, rinuncia e lascia l'azienda, per crearne una sua. Nasce così la 3F Data system sas, che con tre dipendenti sviluppa software per pc. Inizia la sua avventura di imprenditore con un occhio sempre rivolto alle potenzialità del Sud. Nel 1992 i dipendenti sono circa 60 e le competenze maturate nell'ambito della progettazione grafica, inducono Floro Flores a creare un'azienda dedicata alla progettazione meccanica, l'Aerosoft, che incomincia ad operare nell'ambito del mercato automotive ed aerospaziale in Campania. Nel 2000 l'azienda si struttura con una società holding, la Trefin S.p.a. Le cose vanno bene e nel periodo 2001-2007 incomincia un periodo di acquisizioni ed una fase di internazionalizzazione, che vede nascere Aerosoft France, e poi Aerosoft Usa Inc. ed Aerosft Dyzan Ltd., in Turchia. Viene acquista la Nauticad di Massa Carrara per entrare nel mondo dell'ingegneria navale. Oggi il gruppo Trefin, con sede a Capua, ha oltre 300 dipendenti ed un consolidato di gruppo che supera i 20 milioni di euro. Sposato con tre figli, nel 2013 l'ingegnere si impegna per il rilancio dello zoo di Napoli già destinato alla chiusura, e nel 2016 vince la gestione di un bene cittadino come l'Arena Flegrea. Lo scorso ottobre l'ambasciata francese in Italia lo ha insignito del titolo di Chevalier de la Legion d'Honneur.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2018 20:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP