Cadavere sui binari a Casoria:
è Ciro Ascione, 16enne scomparso

ARTICOLI CORRELATI
di Nico Falco

2
  • 8143
E’ di Ciro Ascione, il 16enne di Arzano scomparso da sabato, il corpo trovato oggi pomeriggio sui binari della stazione di Casoria. Il traffico ferroviario era stato sospeso intorno alle 17.00, in seguito al ritrovamento, e sul posto erano arrivati i poliziotti della Scientifica per i rilievi del caso.

Ancora in fase di ricostruzione la dinamica dell’accaduto. Il ragazzo era scomparso sabato sera, mentre tornava ad Arzano, dove avrebbe dovuto incontrarsi con alcuni amici. Stava tornando da Napoli. Si era incontrato con la fidanzata, che abita nella zona dei Quartieri Spagnoli. La ragazza lo aveva visto l’ultima volta mentre entrava nella stazione Toledo. Avrebbe dovuto raggiungere in metropolitana piazza Garibaldi e da lì prendere il treno delle 21.25 per Caserta e sarebbe sceso a Casoria, dove l’aspettava il padre. Alcune telecamere di sorveglianza lo hanno ripreso mentre usciva dalla stazione della metropolitana e percorreva la galleria Garibaldi. Nella stazione centrale, però, non sarebbe mai entrato: non comparirebbe in nessuna delle tre telecamere posizionate agli ingressi e al binario da dove avrebbe dovuto prendere il treno.

I familiari avevano perso tutti i contatti intorno alle 21.20 e si erano recati in Questura per denunciare la sua scomparsa. Si erano rivolti anche a “Chi l’ha visto?”, che stamattina aveva rilanciato l’ultimo appello del padre e poco fa ha confermato la notizia del ritrovamento del corpo. 
Martedì 23 Gennaio 2018, 22:08 - Ultimo aggiornamento: 24-01-2018 10:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-01-24 16:01:16
Succede proprio di tutto,a bordo dei treni regionali,tutti ad altissimo rischio,specie in alcune fasce orarie. E' proprio il caso del convoglio in partenza da Napoli e diretto a Caserta via Aversa. Su questo treno,come su tutti gli altri,mai un controllo,mai un poliziotto. Non possiamo essere sempre e dovunque,ribattono le divise. Il guaio è che loro non ci sono MAI,sono sempre altrove,salvo poi ad arrivare in forze dopo che le tragedie si sono consumate e come in questo caso,c'è scappato il morto.
2018-01-24 09:03:15
se a Napoli c'era il coprifuoco dove I ragazzini sotto I 18 anni non possono uscire la sera se non accompagnati dai genitore questa tragedia non sarebbe accaduta. Con I binari non si scherza ne' a piedi ne' in auto, bisogna rispettare le norme. non si leggono piu' articoli di Baby Gang da due giorni , adesso dobbiamo alleggerirci di storie Baby incoscienti....

QUICKMAP