Maltempo, tragedia sventata nel Napoletano: colata di fango per due chilometri, tre salvati

ARTICOLI CORRELATI
di Dario Sautto

  • 480
Frane, smottamenti, allagamenti a causa del maltempo della scorsa notte. Una doppia colata di fango ha attraversato stanotte le strade di Gragnano per oltre 2 chilometri, dalla zona collinare di Caprile fino al centro, passando per San Nicola dei Miri e la valle dei Mulini. Due ponticelli del torrente Vernotico si sono otturati facendo esondare il corso d’acqua nelle strade. 

Il bilancio, ancora provvisorio, parla di decine di case, negozi e cantine allagati. Acqua, fango e rifiuti hanno invaso anche i locali sottostanti alla chiesa del Corpus Domini nella centralissima piazza Aubry. «Non è possibile - afferma il parroco don Emanuele Rosanova - che le strade si trasformino in fiumi». L’acqua, lungo il Vernotico, poco sotto la chiesa, intorno alle 4 ha raggiunto addirittura i primi piani delle abitazioni.  A Caprile, i carabinieri della stazione di Gragnano hanno tratto in salvo tre persone (un adulto e due bambini) rimaste bloccate in casa. Gli stessi carabinieri stanno guidando i soccorsi e tutte le operazioni di ripristino, insieme alla protezione civile di Santa Maria la Carità e al Comune di Gragnano. 
 
 

Sul posto, anche il sindaco Paolo Cimmino, il vicesindaco Mario D’Apuzzo e il consigliere Mario Di Nola: «Impossibile quantificare i danni - dice il primo cittadino - ma siamo stati fortunati. Poteva essere una tragedia». Decine di piccole frane e smottamenti si registrano in tutta la sona collinare. Allagato il parcheggio nel piazzale dell’ex ferrovia. Chiusa, al momento, solo la strada che costeggia il Vernotico. Passata la paura, adesso si contano i danni. 
Lunedì 6 Novembre 2017, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 06-11-2017 13:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP