Giudice arrestato, da Oricchio
immediata e piena collaborazione

Dal procuratore regionale della Corte dei Conti della Campania, Michele Oricchio, iscritto nel registro degli indagati della Procura di Napoli con l'ipotesi di abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta che lo scorso 11 dicembre ha portato all'arresto del giudice Mario Pagano, è arrivata «un'immediata e completa collaborazione» alla «doverosa attività d'indagine svolta dalla Procura della Repubblica di Napoli a seguito di accadimenti riguardanti altri soggetti». Oricchio ha diffuso una nota in riferimento «alle notizie diffuse nei giorni scorsi da alcuni mass media relative alla presunta iscrizione nel registro degli indagati». Il procuratore sottolinea «anche a tutela dell'Istituzione rappresentata, la costante legittimità del proprio operato di giudice tributario attraverso la produzione di pertinenti atti amministrativi e giudiziari». «Si esprime, pertanto, la massima fiducia nell'operato della magistratura napoletana che saprà presto ristabilire la verità dei fatti al di là delle evidenti approssimazioni giornalistiche», conclude Oricchio nella nota.
Martedì 2 Gennaio 2018, 13:28 - Ultimo aggiornamento: 02-01-2018 13:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP