Lacrime, sciarpe e palloncini bianchi ai funerali del nuotatore 17enne morto in piscina

di Marco Di Caterino

1
  • 7063
È stato il giorno dell'addio più doloroso per una città e per centinaia di atleti del nuoto che questa mattina, alle 10, si sono stretti intorno ai genitori di Mario Riccio, il 17enne morto durante gli allenamenti nella vasca della piscina Delphinia giovedì pomeriggio.

Il rito funebre, celebrato nella chiesa di San Giacomo apostolo dal parroco don Peppe, ha visto la partecipazione di tutte le società sportive del nuoto di Napoli e provincia. Nell'omelia il sacerdote ha ricordato come sia necessario essere sempre pronti per cambiare la vita da quella terrena a quella spirituale nella grazia di Dio.
 

Al termine del rito funebre, gli amici di nuoto e i compagni di classe di Mario hanno letto un commovente toccante ricordo. Tutti si sono stretti intorno al papà Enzo, alla mamma Anna e alla sorellina Angela, in prima fila distrutti e devastati da un grande dolore.

L'uscita della bara è stata salutata dal lancio di centinaia di palloncini bianchi e un lungo interminabile applauso che non ha lenito però il dolore di quanti questa mattina erano qui a Casalnuovo nella parrocchia di San Giacomo per salutare per l'ultima volta un bellissimo e meraviglioso ragazzo di 17 anni morto durante gli allenamenti.
 
 
Lunedì 12 Marzo 2018, 11:16 - Ultimo aggiornamento: 12-03-2018 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-03-12 11:47:50
che Dio lo accolga con amore nel suo regno.

QUICKMAP