Emergenza babygang a Napoli, sui social spopolano foto di bambini con pistole, coltelli e tirapugni

13
  • 4568
In piena emergenza babygang a Napoli spuntano alcune immagini inquietanti sui social network. Rilanciate da Stylo24, spopolano su Facebook le immagini di un gruppo di ragazzini tra i 9 e i 12 anni che posano impugnando mazze, coltelli e tirapugni. Si tratta della gang della Parrocchiella di Montesanto, il cui capobranco ha scritto: «Facciamo paura, QS», motto che richiama i Quartieri Spagnoli, la zona di appartenenza.

Tra i commenti spuntano emoticon con pistole, bombe e coltelli. Un'immagine emblematica del fenomeno criminale minorile che si sta dimostrando una vera e propria piaga, a Napoli forse più che altrove. 
Martedì 16 Gennaio 2018, 16:08 - Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-01-17 20:29:56
viva napoli e forza napoli sempre
2018-01-17 09:48:38
La ricetta sembra di vecchio stampo ma è sempre attuale: studio e lavoro,lavoro e studio fino ai 25 anni obbligatorio per 12 ore al giorno in modo alternato.Perche’ qui quella che la fa’ da padrona incontrastata è l’ignoranza,inutile girarci intorno,questi vogliono fama e onnipotenza?Io stato ti do studio e lavoro .Come pena certa a te uapptiello e ai tuoi genitori.
2018-01-17 08:22:45
Il sindaco presente a fianco di Minniti durante la conferenza sulle baby gang mi faceva quasi pena. Il colpevole e il savatore. Il sindaco dell'anarchia e del permessivismo ha perso il controllo della città, in balia di sopraffatori, delinquenti e camorristi, città oramai senza regole e controllo. Una città che si sta inbruttendo non può far altro che abbruttire le persone. Da subito controllo capillare del territorio da parte delle forze dell'ordine, per i ragazzi a rischio via la patria potestà e abbassamento della soglia di imputabilità. Poi si può ripartire con la formazione ela rieducazione. Ma il cancro va prima estirpato per poi poter iniziare le cure. E speriamo mai più de magistris. Si salvi chi può
2018-01-17 05:23:30
invece di perdere tempo in stupide chiacchiere, cambiate le leggi aggiornate e fate funzionare veramente la giustizia((((perché fino ad oggi non esiste!!))) ......... .. ........anche se sono minorenni vanno puniti!!!!
2018-01-17 00:29:15
La famiglia Italiana di ieri 40 anni fa dal 1970 1980 's e la famiglia Italiana di Oggi anno 2018 Cosa e' cambiato? Le famiglie di allora c'era il capo famiglia Il Padre che provvedeva alla famiglia, molte mamme si dedicavano alla casa e la crescita dei figli con il ruolo di casalinghe, allora la famiglia specialmente al Sud era Numerosa dai 5 ai 7 figli e c'era sempre il piu' grande che faceva le veci della madre, se il bambino o bambina faceva qualche errore la mamma lo minacciava dicendo lo dico a tuo padre stasera, oppure dicevano ti mandero' al collegio di correzione. Ricordo una volta non andai a scuola feci il filone avevo quasi 14 anni anni all istituto accademia sarto e cucito ( a me non piaceva non avevo chiesto che volevo fare la sarta) mia madre mi minaccio' dicendo che lo avesse detto a mio padre di mandarmi all istituto di correzione per aver fatto un filone? wow io le risposi sono minorenne c'e' bisogno anche della firma di mio padre che sta in Germania se lo trovi... la famiglia di ieri era piu' severa, la societa' di ieri era meno di svaghi ma quello che avevamo era pulito facevamo le feste in casa, avevo 3 fratelli ed una sorella maggiore e loro non hanno dato mai problemi mia madre proibi' a loro di avere la moto diceva che era pericolosa, ricordo che si usciva solo la domenica e tutte le sere dovevamo stare a casa per cena si cenava alle 8 di sera non si sognava neanche di dire mamma non posso stare a cena con voi vado a farmi una pizza era tabu' allora. a cas mia era proibito mancare quella misera cena , la cena? ogni lunedi pasta e fagioli, martedi idem pasta e lenticchie, mercolidi pasta e ceci e cosi via se eramavamo forutnati si mangia le ali di pollo o le alici altrimeti pesce in scatola in venerdi' ero vegetarian e non me ne ero neanche accorta per 26 anni ho mangiato vegan hahah al Massimo come distrazione avevamo le cassette il registratore, il giradischi, si le sigarette di nascoste io e le mie amiche le fumavamo... aLOORA LE VENDEVANO SFUSE QUANTE NE VUOI DUE TRE? hahah ma non abbiamo mai fatto uso di droghe. La famiglia di oggi e' differente da quella che sono stata scresciuta io oggi tutti I bambini hanno un cellulare dopo si affacciano al web e chissa' cosa vedono e leggono, I network la libera espressione dietro ad una tastiera ha scatenato la liberta' di pensiero priva di etica e tabu' oggi la mamma non puo' dire piu' lo dico a tuo padre quando rientra stesera molti padri non rientrano la sera sono scappati con un altra donna magari un ucraina, molti padri non escono mai e sono in depressione perche' non hanno un lavoro, non ci sono piu' fratelli maggiori o sorelle maggiori in casa che accudiscono I loro fratellini, oggi c'e' la famiglia singola un figlio Massimo due e con grande differenze di eta', la famiglia di ieri mandavano I figli a scuola perche' loro I genitori non potevano permerteselo alla loro eta' ed avere un figlio a scuola che continuava gli studi diplomandosi era un orgoglio di famiglia poteva fare un concorso e lavorare, la famiglia di oggi e' delusa la scuola costa molto e dopo il diploma I figli sono sempre disoccupati, e molti laureati se ne vanno all estero, quindi il problema dei baby gang non e' come la caccia alle streghe il problema dei baby gang e' molto piu' profondo di quanto credi fa parte di una intera societa' malata, e la colpa e' del Governo di chi fa politica promettendovi mare e monti ad ogni elezione, io appartengo ad una di quelle famiglie dove mi hanno insegnato il giusto e quello che e' sbagliato, ma pur sapendo queste virtu' non c'era futuro in italia non lo vedevo io quel futuro roseo e non volevo fare la fine di mia madre con un marito blue collar che porta soldi a casa un giorno si ed un giorno no ed avere una carretta di figli.e dargli cibo in scatola per cena... Io sono la numero 6 di sette figli nata per caso. il Problema di queste grandi metropolis come Roma, Milano, Torino, Napoli e di queste baby gang e' il risultato di una italia che sta andando allo sfascio, per anni vi siete mossi giorno e notte con il mare Nostrum Immigranti che cercavano aiuto nelle mare del mediterraneo ma nessuno si preoccupava dei ragazzi dei ghetti italiani che nelle periferie italiane non c'e' nulla per loro nulla di come passare il tempo ma solo case di cartoni e ghetti palazzoni uno dopo l altro come delle vere prigioni, io ho vissuto in uno di questi ghetti e d' inverno c' erano le pozzanghere e non erano molti illuminati non c'era nulla giu' casa mia solo ragazzi che si drogavano sotto al mio balcone , a volte quando andavo in citta' non dicevo a nessuno dove abitavo mi vergognavo di dire il ghetto dalle case bianche sporche di color grigio e con le finestre rosse e con mura fatiscenti, non sono diventata una delinquente ma la rabbia c era dentro di me, ed e' stata quella rabbia che mi ha fatto scappare dall Italia per una vita migliore, perche' oltre oceano c'e' vita c'e' benessere , c'e' lavoro Vorrei finire cosi' il mio scritto prima di tutto scusa per la mia grammatica io non parlo la mia lingua da tanti anni , secondo vi auguro a voi che siete rimasti un futuro migliore, non avere paura di chiedere I tuoi diritti e se ne siete in tanti a chiederli avrete successo. Basta lottare contro il male, la poverta' che mi ha avvolta nella mia giovane eta' mi ha fatto diventare quella che sono oggi una cittadina forte, sicura, e felice finamente sono felice oggi posso toccare il cielo con le mani Il Buon Dio ascolta le preghiere....Il Paradiso e' anche sulla terra c'e' scritto anche nella Bibbia Napoletana expat, Grazie per aver letto I miei pensieri

QUICKMAP