Ecco la sagra dedicata alla Madonna del Carmine

Gli gnocchi cimitilesi nel piatto della sagra
di Carmen Fusco

  • 9
Cimitile – All’ombra delle basiliche paleocristiane  gli gnocchi più buoni del mondo. Impastati ed incavati a mano, uno per uno,  sono 50 anni e più che, in occasione della celebrazione liturgica della Madonna del Carmine, si  preparano quintali di gnocchi. Acqua, farina ed una ricetta che, a Cimitile, si tramanda di madre in figlia. In principio le famiglie del posto imbandivano lunghissime tavole negli spazi aperti del complesso basilicale dove sorge il primo campanile della cristianità. Oggi, come ormai da 29 anni, la lunga tradizione si rinnova e si  trasforma in una proposta turistica e gastronomica: l’appuntamento conviviale è diventato, infatti una sagra, tra le più importanti della provincia di Napoli. L’evento, organizzato dall’Arciconfraternita  del SS. Crocifisso e Maria SS. del Carmelo, proseguirà fino a domani sera con gli stand allestiti a via Macello. 
Sabato 15 Luglio 2017, 17:44 - Ultimo aggiornamento: 15-07-2017 17:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP