Cpl Concordia, giudici riuniti in camera di consiglio

di ​Mary Liguori

  • 4
È iniziata la camera di consiglio per il processo Cpl Concordia, ramo Casertano. Il tribunale di Napoli Nord potrebbe leggere la sentenza o disporre ulteriori accertamenti dopo quelli già ordinati nel corso dell'ultima udienza della settimana scorsa quando, al termine della camera, il collegio ha disposto l'escussione di un teste e un'acquisizione di atti al comune di Casapesenna. 

Questa mattina infatti un agente della squadra mobile di Napoli è stato chiamato a ricostruire i presunti legami della rete citofonica abusiva che collegava il bunker di Michele Zagaria ai depositi di uno degli imputati, Antonio Piccolo.  Alla sbarra, con il rischio di condanna dagli 8 ai 12 anni per concorso esterno e associazione per delinquere di stampo mafioso, oltre a Piccolo ci sono gli imprenditori Claudio Schiavone e gli ex manager della Cpl, Roberto Casari, Giulio Lancia e Giuseppe Cinquanta. L'accusa è quella di avere manipolato gli appalti per la metanizzazione di sette comuni dell'Agro aversano favorendo ditte vicine al clan dei Casalesi. 
Venerdì 13 Ottobre 2017, 12:18 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 14:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP