Cicciano: «Intitoliamo una strada al generale Vincenzo Cuomo»

di Nello Lauro

Una strada per un uomo che ha dato lustro alla città di Cicciano. E’ la richiesta dell’ex sindaco, oggi consigliere comunale di opposizione del gruppo consiliare “Insieme per la nostra Cicciano”, Giuseppe Caccavale che ha chiesto attraverso una missiva inviata al prefetto Carmela Pagano e al sindaco Giovanni Corrado l’avvio dell’iter per intitolare una strada dell’ex paese della pasta al generale Vincenzo Cuomo, scomparso a Roma lo scorso 5 agosto all’età di 99 anni (avrebbe compiuto 100 anni a settembre). “Sarebbe – scrive Caccavale - un segno di riconoscimento verso la famiglia e come ricordo futuro per un uomo - per anni residente a Cicciano dove possedeva anche un’abitazione - dallo straordinario impegno professionale e di elevata caratura culturale che ha indossato per oltre 40 anni la divisa della polizia di Stato”. Vincenzo Cuomo è stato comandante della scuola degli Allievi Agenti di Caserta e comandante della polizia Stradale del comparto della Lombardia oltre a ricoprire diversi incarichi al Ministero deli Interni. Una procedura che dovrebbe passare dal consiglio comunale e che sarebbe possibile in virtù di una circolare del ministero dell’Interno del 1992 che consente di intitolare luoghi pubblici a persone scomparse anche da meno di 10 anni.
Venerdì 10 Agosto 2018, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP