Castellammare. Sequestrati 80 chilogrammi di datteri di mare

Capitaneria di porto
SORRENTO - Prosegue l'attività della Capitaneria di porto di Castellammare per arginare la pesca e la commercializzazione abusiva dei datteri di mare. I militari della Guardia costiera, coordinati dal capitano di fregata Guglielmo Cassone, ieri mattina, a seguito di una intensa attività di pattugliamento e controllo del territorio di giurisdizione del Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia, hanno intercettato un’auto condotta da un noto pescatore di frodo, all’interno della quale venivano rinvenuti circa 60 chilogrammi di datteri di mare. Insospettati dal considerevole quantitativo, i militari procedevano successivamente a dar luogo ad una approfondita ispezione dei locali adibiti a garage dell'auto fermata, riscontrando ulteriori 20 chilogrammi di datteri di mare, conservati in una vasca di stabulazione, fornita di idoneo sistema di ossigenazione e filtraggio e pronti per essere destinati al commercio al minuto. Due persone denunciate all’autorità giudiziaria: la prima per detenzione di datteri di mare, la seconda per resistenza, favoreggiamento, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. L'attività dei militari attuata inseguito ad una segnalazione pervenuta presso gli uffici della  Capitaneria di porto di Castellammare.
Sabato 13 Gennaio 2018, 09:01 - Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio, 22:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP