Campi Flegrei, la protezione civile: «Sisma, a rischio quattro scuole su 10»

di Nello Mazzone

  • 264
Nella zona rossa del supervulcano dei Campi Flegrei, dove abitano 500mila persone tra i quartieri flegrei di Napoli e i Comuni dell’hinterland flegreo-giuglianese, lo scenario di rischio vulcanico si mescola con quello sismico. Nel rapporto preparato dagli esperti per il dipartimento nazionale di protezione civile viene analizzata la vulnerabilità fisica per le strutture e il rischio per la popolazione in uno scenario di evento sismico pari ad una magnitudo di 4,5 con «danni attesi significativi sia per numero che per estensione territoriale». Lo scrive il team di scienziati, tra cui Giovanni Macedonio, Marcello Martini e Giulio Zuccaro che hanno lavorato alla simulazione e sull’ipotetico impatto di un terremoto di medio-alta intensità. L’area è ampia quasi 90 chilometri quadrati, ha una densità abitativa media di 3mila 700 abitanti per chilometro quadrato, è piena zeppa di scuole, case, ospedali, strutture ricettive. E le strategie di «difesa» tornano d’attualità dopo lo sciame di microscosse nell’area flegrea. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Marzo 2018, 09:09 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2018 13:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP