«Campania, 498 rapporti di lavoro di pubblica utilità in 25 comuni»

«Al via altri 498 rapporti di lavoro di pubblica utilità in 25 comuni della Campania. Ieri, a distanza di solo poche settimane dal precedente decreto APU, con il Dd n. 638 in corso di pubblicazione sul BURC si è dato il via ad altri 498 rapporti di lavoro di pubblica utilità in 25 comuni campani che hanno presentato progetti ammissibili e finanziabili». Lo afferma l'assessore regionale Palmieri, che aggiunge: «Complimenti alle Amministrazioni che hanno colto la valenza anche sociale di questa misura di politica attiva al lavoro, presentando progetti di cura del patrimonio, promozione e sicurezza del territorio, cura del verde pubblico, aggiornamento banche dati, recupero archivi e solidarietà sociale. Lo ricordo nuovamente: la misura è a sportello e possono accedervi tutti gli enti pubblici della Regione Campania in maniera semplice e diretta. I destinatari sono ex percettori di ammortizzatori (di qualunque tipologia) dal 2014, attualmente senza reddito. Percepiranno un' indennità di 580 euro/mese per un impegno di 20 ore settimanali per 6 mesi».

Aggiunge Palmieri: «Le risorse per questa seconda edizione di APU sono 5 milioni di euro ed abbiamo scelto di anticipare ai Comuni il pagamento delle retribuzioni. Le procedure sono semplici ed a burocrazia zero. La Giunta De Luca dimostra ogni giorno il suo impegno concreto a favore dei territori e delle comunità locali. Di seguito le pubbliche amministrazioni interessate: Montecorvino Pugliano, Castelfranci, Afragola, Casal di Principe, Castel Baronia, Macerata Campania, Portico di Caserta, Taurano, Baiano, Sant'Arpino, Atripalda, Aversa, Recale, Castel Vetere sul Calore, Succivo, Giugliano in Campania, Acerno,  Mercato San Severino, Sessa Aurunca, Roccapiemonte, Ogliastro Cilento, Qualiano, Mondragone, Centola, Gricignano di Aversa».
Giovedì 12 Ottobre 2017, 16:20 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2017 16:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP